Quantcast

A Miss Italia le coreografie del ballerino aquilano Bizzarri

Il ballerino e coreografo aquilano Leonardo Bizzarri torna a Miss Italia a passo di danza.

Il ballerino aquilano Leonardo Bizzarri sarà coreografo di Miss Italia il 6 settembre su Raiuno.

Leonardo Bizzarri torna a Miss Italia dopo aver fatto parte del corpo di ballo nel 2016, quando la trasmissione era traghettata su La7.

La presenza di Leonardo Bizzarri coincide con il ritorno di Miss Italia in casa Rai e quest’anno la famosa kermesse dedicata alla bellezza, festeggia anche i suoi 80 anni.

Bizzarri sarà assistente coreografo e ballerino, con un corpo di ballo di 8 uomini sara al fianco di Giampiero Gencarelli, coreografo Rai e amico di tante avventure .

“Dopo 10 anni di carriera televisiva e teatrale – dice Bizzarri al microfono del Capoluogo.it –  sono contento di questa nuova esperienza, una grande soddisfazione, frutto di sacrifici e passione vera. Quella passione che muove gli uomini e le donne che non si fermano al raggiungimento del risultato ma hanno lo sguardo volto al ciò che deve ancora arrivare”.

“Una ricerca, quella della danza che mi ha permesso di sperimentare quanto il linguaggio del corpo sia cosi importante per raccontare e suggellare una connessione con lo spettatore”, aggiunge.

“Dopo tante esperienze di diversa entità , da Sanremo a Colorado Cafè , passando per la tournèe con Christian De Sica e approdando al Bagaglino di Pingitore fino a ballare per opere kolossal internazionali”, ricorda.

Ma l’emozione più grande per Bizzarri è quella di poter fare sempre qualcosa portando nel cuore L’Aquila oppure proprio nella sua città: come accaduto per le passate edizioni dei Cantieri dell’Immaginario o per la Perdonanza; nell’ultima edizione infatti era all’interno del Comitato organizzatore.

“Tutta la vita è esperienza e non serve solo a fare curriculum ma anche per il proprio bagaglio personale, a maturare le proprie consapevolezze, in un confronto sempre positivo e importante anche con altri professionisti del settore. Spero di poter continuare a contribuire sempre con il mio lavoro e quello di tanti miei coetanei alla rinascita dell’Aquila. Come ha osservato il sindaco Pierluigi Biondi, la nostra città ha voglia di essere protagonista e riappropriarsi dei propri spazi“, conclude.