Passeggiando con Cristiano Malgioglio: vorrei tornare a L’Aquila foto

Al termine della serata a Pescara, smessi i panni del personaggio pubblico, il Capoluogo.it ha fatto una passeggiata e una chiacchierata con Cristiano Malgioglio. Che di L'Aquila dice...

L’intervista del Capoluogo.it a Cristiano Malgioglio – cantante, paroliere e opinionista tv – dopo la serata a Pescara al Cafè Le Paillotes.

Cristiano Malgioglio è salito sul palco montato in spiaggia e ha fatto ballare sulle note delle sue canzoni, come il tormentone “Dolceamaro”, scritto insieme a Barbara D’Urso o “Maior Golpe do Mundo”.

malgioglio2

Il noto locale del capoluogo adriatico aveva organizzato questa serata a luglio, rimandata a causa del maltempo: ieri ha registrato un vero e proprio sold out.

Con i suoi abiti eccentrici, un outfit ricercatissimo, gli occhiali da sole d’ordinanza e il sorriso comunicativo ha speso delle bellissime parole per l’Abruzzo, una terra a lui molto cara. 

Accolto da un pubblico sorridente e colorato – un vero e proprio bagno di folla – ha saputo intrattenere con il piglio di uno showman consumato, facendo divertire senza essere volgare o eccedere.

malgioglio1

La scena spettacolo è volata e al termine della serata, smessi i panni del personaggio pubblico, si è concesso al Capoluogo.it per una breve passeggiata e una bella chiacchierata.

Cristiano, sei felice?

“Si, moltissimo! Ho fatto tantissime cose, ho realizzato tantissimi sogni e ho raggiunto anche un grande successo. Il pubblico mi ama, mi vuole bene, mi fermano per strada dicendomi che li faccio divertire e rilassare e questo è il risultato più importante. Sono un uomo soddisfatto della vita. Mi amo molto, mi curo molto, mi piaccio!”.

È vero, perchè Cristiano Malgioglio ha fatto tantissime cose, partendo tanti anni fa dalla sua amata Sicilia con una valigia carica di sogni e cominciò da Genova, dove  a fargli strada all’inizio fu un caro amico, un giovanissimo Fabrizio De Andrè, con il quale strinse una bella amicizia e da lì poi iniziò come paroliere di tanti cantanti famosi: Giuni Russo, Mina, Adriano Celentano, giusto per citarne qualcuno.

Che effetto ti fa essere sempre sulla cresta dell’onda ed essere accolto con dei veri e propri bagni di folla?

“Nella musica vince l’idea, ma anche la spensieratezza, Ci vogliono anche i testi leggeri, con i ritornelli facili facili. Non dobbiamo avere paura di sfigurare tra i giovani. Chi come me ha anni di esperienza alle spalle oggi ha più forza, più carattere… Io ho collaborato e lavorato con tantissimi artisti, e da tutti ho saputo cogliere il meglio”.

malgioglio3

Di tutti i cantanti con cui hai lavorato, ne hai qualcuno che ti è rimasto nel cuore?

“Sono legato a tutti loro, a chi c’è ancora e a chi non c’è più. Ho lavorato soprattutto con le donne, perchè le adoro e sono amiche meravigliose, le amo e hanno sempre avuto un ruolo importante nella mia vita. Ho avuto il piacere di scrivere per la grande Mina, per Iva Zanicchi o per la magnifica Giuni Russo, era una voce straordinaria che abbiamo avuto e difficilmente ripetibile”.

Quali sono i cantanti della tua vita?

Diana Ross e Tony Bennett. Fra le giovani, Lady Gaga e Beyoncé, e poi Riccardo Cocciante, perché lo trovo molto intenso”.

Dalle canzoni ai salotti televisivi passando per i reality, a cui hai partecipato anche in veste di opinionista: perchè piacciono così tanto e hanno questo successo?

“Incuriosiscono gli spettatori a casa, mostrano una parte più vera del personaggio televisivo nella sua quotidianità e per chi partecipa, se ben fatti, sono anche dei buoni trampolini di lancio. Tanti li considerano trash ma secondo me non lo sono se gestiti con intelligenza. Ma per fare un reality e poi trovare il tuo ruolo nello show business devi avere la testa. C’è chi con un reality si è rovinato, dopo non c’era posto per lui ed è finito“.

malgioglio

“Mi piace moltissimo fare anche l’opinionista in questi contesti, prendere una posizione e se serve anche discutere. Adoro entrare nella pancia della gente a casa, farmi ricordare…”.

Sei ospite quasi fisso del salotto di Barbara D’Urso, ti va di raccontare agli amici del Capoluogo.it com’è davvero Barbarella?

Barbara D’Urso è pazzesca! È favolosa… Basta un attimo e con lei ti capisci al volo. E poi per me è una grande professionista, empatica, coinvolgente, solare. Attualmente è una delle migliori nel nostro ambiente”.

E dopo Pescara verrai anche a L’Aquila?

“Magari!!! Ci sono stato prima del terremoto del 6 aprile 2009 ed era ed è una città bellissima. Gli aquilani hanno sofferto tanto, hanno perso tutto, ma sono un esempio importante di resilienza, coraggio e grande determinazione. Mi piacerebbe venire e portare un po’ di sano calore e tanta voglia di andare avanti!”.

malgioglio3