L'Aquila News IlCapoluogo - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Attualità e Sport

Cesaproba, 1′ Memorial dedicato a Serena Durastante nel giorno del suo compleanno

Cesaproba di Montereale ricorda il prossimo 18 luglio Serena Durastante, scomparsa in un incidente d'auto, la mattina di domenica delle palme alle 05.30 mentre si recava al lavoro.

Alto Aterno, a Cesaproba di Montereale il 1° Memorial dedicato a Serena Durastante nel giorno del suo compleanno

Cesaproba di Montereale, terra di affetto, rispetto e solidarietà ricorda il prossimo 18 luglio una sua figlia tragicamente scomparsa in un incidente d’auto, la mattina di domenica delle palme alle 05.30 mentre si recava al lavoro.

La notizia destò grande eco ed emozione in tutto l’Alto Aterno tanto che tutti ci stringemmo con sentimenti di vicinanza alla famiglia della povera ragazza che ha lasciato due figli in tenera età. Avvolti in un velo di tristezza ed angoscia che sembrava aver coinvolto anche i muri delle case.

Le persone – come diceva il Foscolo ed è convinzione vera e profonda – vivono attraverso il ricordo nel cuore di chi resta. Partendo da questo presupposto salutiamo con gioia il Memorial dedicato a Serena Durastante, nel giorno del suo compleanno.

Lei era la giovane mamma che ci ha lasciati quattro mesi fa in seguito ad un incidente stradale verificatosi mentre si recava al lavoro, sulla SS Picente tra il bivio di Pizzoli e quello di Cagnano Amiterno.

Il suo ricordo è vivo in tutte le persone che l’ hanno conosciuta apprezzata e stimata. A titolo di cronaca mi piace ricordare che da brava ragazza, figlia di terra cesaprobana era molto benvoluta dalla sua Comunità e da quella maranese ove viveva con la propria famiglia composta da suo marito e due splendidi rubini della vita. Ora che la tragica parola fine, figlia di un destino avverso, ha azzerato desideri , sogni e progetti di una giovane donna ancor prima che mamma tutti siamo più soli e poveri.

Serena, è doveroso ricordarlo, era una persona mite, semplice e buona che amava il proprio lavoro e ci si dedicava con passione e spirito di servizio non perdendo mai di vista il grande ruolo sociale che svolgeva per la collettività. In particolar modo , da operatrice socio – sanitaria, portava sostegno, conforto ed un sorriso alle tante persone anziane, quindi con con meno tutele e più indifese. In lei, e non credo di esagerare, erano armonicamente coniugati: valori e sentimento, impegno e dedizione. Attenzione all’altro. Il mio pensiero va ai parenti stretti ed ai due bambini in tenera età che hanno subito il grande dramma, metabolizzandolo debbono riuscire a superarlo diversamente si rischia di aggiungere dolore al dolore.

Giovedì 18 luglio a poco più di tre mesi da quel giorno funesto, in occasione del suo compleanno, trovo profondamente giusto che i procuratori della Madonna del Carmine, una ricorrenza importante per Cesaproba, insieme a tutte le Associazioni del paese celebrino il ricordo della propria compaesana.

Una dimostrazione ulteriore di quanto sia forte il cordoglio di tutta la Frazione di montagna e di quanto essa sia unita nel nome della povera Serena. Una comunità che tende a ricordare i propri figli e non perde occasione per celebrarne la memoria è una un’insieme di persone degne di essere definite tali. Il particolare e toccante evento inizierà alle ore 11.00 del 18 luglio con una funzione religiosa in suffraggio della giovane mamma nella chiesetta delle Anime Sante a Cesaproba; a seguire alle ore 17.00 un incontro di calcio tra bambini di Marana e Cesaproba all’insegna della sana competizione e dell’amicizia e lo scopo che si prefigge, aldilà del risultato sportivo, è quello di rafforzare i rapporti di amicizia e di collaborazione fra i partecipanti; alle 19.00 un torneo dei rioni , alle 21.00 la cerimonia di premiazione con consegna delle targhe ed un buffet. Certo che non venga mai meno l’impegno per onorare il ricordo e la memoria di Serena mi sento di dire semplicemente: “ grazie organizzatori”

X