Si conclude a L’Aquila il lungo cammino nelle Terre Mutate

Si conclude a L'Aquila il cammino nelle Terremutate; 4 regioni e una lunga marcia alla scoperta dei luoghi colpiti dal sisma.

Dopo 14 giorni di cammino si concluderà a L’Aquila oggi  7 luglio il Cammino nelle Terre Mutate.

Le Terre Mutate sono tutti i territori colpiti dagli eventi sismici degli ultimi 10 anni; l’iniziativa quindi è nata con l’obiettivo di promuovere un percorso di conoscenza e incontro con tutte le comunità del Centro Italia.

La lunga camminata è stata organizzata da Movimento Tellurico e Ape Roma, con il supporto di Legambiente, Associazione Italiana Turismo Responsabile, Touring Club Italia e il patrocinio di FederTrek, Parco Nazionale dei Monti Sibillini, Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, Comune dell’Aquila, Comune di Ussita, Comune di Norcia e Comune di Camerino e può contare anche sull‘adesione di numerose associazioni di carattere nazionale e locale.

Il viaggio è iniziato a Fabriano il 24 giugno ha attraversato Marche, Lazio, Umbria e finirà a L’Aquila domenica 7 a Collebrincioni.

Il Comune dell’Aquila accoglierà i marciatori con una giornata ricca di iniziative. Si inizia con una camminata da Collebrincioni a L’Aquila con partenza alle ore 9.00. L’arrivo alla Villa Comunale sarà accompagnato dal ‘Gruppo Storico Sbandieratori Città dell’Aquila’.
Nel primo pomeriggio invece sono previste delle visite guidate gratuite ai principali monumenti della città.

14 giorni di marcia, 250 km di cammino per conoscere le storie, i protagonisti e i progetti di rinascita delle comunità locali che resistono e intendono ricostruirsi un proprio futuro.

L’itinerario è stato immerso, per circa l’80%, in due delle aree protette tra le più interessanti d’Italia, sia dal punto di vista morfologico che per la biodiversità: il Parco Nazionale dei Monti Sibillini e il Parco Nazionale Gran Sasso e Monti della Laga.

Un percorso altruistico che ha messo in rete 13 comuni di 4 diverse regioni e ha visto il coinvolgimento di oltre 100 aziende e professionisti del settore turistico, nonché decine di associazioni che insieme lavorano a un progetto corale di rilancio turistico del territorio.

L’interesse per le Terre Mutate è dimostrato anche dal grande successo avuto dalla guida ufficiale di Terre di mezzo Editore www.terre.it, tanto da essere appena arrivata alla seconda ristampa, nel giro di soli tre mesi dalla sua pubblicazione.

La guida contiene tutte le informazioni utili per i camminatori: le cartine dettagliate, le altimetrie, i dislivelli, la descrizione del percorso, le possibili varianti, le ospitalità e i luoghi da visitare.

E per ogni tappa, una storia di resilienza e di rinascita dei territori attraversati dal Cammino.