Orgoglio aquilano, Ruggiero e il suo violoncello volano in Brasile

Il violoncellista aquilano di fama internazionale Ruggiero vola in tour in Brasile dal 06 al 26 luglio.

Pierluigi Ruggiero e il suo violoncello volano in Brasile.

Il violoncellista aquilano di fama internazionale Ruggiero vola in tour in Brasile dal 06 al 26 luglio.

Pierluigi Ruggiero

Realizzerà 5 recital violoncello e pianoforte in collaborazione con l’ambasciata italiana e il Consolato di Recife nelle città di Rio de Janeiro, Recife, Salvador Bahia, Fortaleza e Caxias do Sul.

Ruggiero, per l’inaugurazione del Festival del Cinema di Gramado, sarà il 23 luglio al Teatro San Pedro come unico solista internazionale con l’Orchestra Sinfonica di Gramado: un’inaugurazione esclusiva per le autorità e gli ospiti internazionali a Porto Alegre.
«Sono dieci anni che lavoro in Brasile – commenta Pierluigi Ruggiero – quindi mi sento a casa. Mi sento come a casa sia in Ungheria, dove ho studiato e dove ho vissuto fin dal 2001, sia in Brasile dove arrivai nel 2010. Sono paesi che fanno parte di me ormai e del mio DNA, anche se ogni progetto e ogni iniziativa è a sé stante e c’è sempre quel pizzico di sfida e di emozione.»

 

Seguirà dunque il tour in Colombia e Panama dal 25 agosto al 05 settembre con date a Bogotá, Pereira, Manizales, Barranquilla, Cartagena e Panama City.

Pierluigi Ruggiero

Infine lo spettacolo sulla transumanza “La stanza del Pastore” con 8 date tra agosto e settembre in Abruzzo, comprese le tappe di L’Aquila, Avezzano e Atessa.

Non mancherà un debutto in Cina a novembre.

 

Pierluigi Ruggiero

 

Chi è Pierluigi Ruggiero

Pierluigi Ruggiero scopre l’amore per il violoncello nel conservatorio “A. Casella” dell’Aquila

Frequenta qui il corso di composizione con il Mº Paolo Arcà.

Nel 1993 lascia il capoluogo e inizia a frequentare i corsi di violoncello e musica da camera con A.Baldovino, D. De Rosa, P.Farulli, A. Nannoni ed il corso speciale di Quartetto con M. Skampa, alla scuola di musica di Fiesole dove è per due anni membro dell’O.G.I. con cui ha occasione di suonare in importanti festival con direttori quali G. Sinopoli, C. M. Giulini, R. Muti.

Si diploma brillantemente sotto la guida del George Schultis a Roma.

Partecipa da subito a numerosi corsi di perfezionamento con nomi di prestigio internazionale (Ivan Monighetti, Michael Flaksman e Thomas Demenga) ottenendo diplomi di merito e borse di studio. Dopo aver vinto numerosi concorsi nazionali, il suo impegno in duo con il pianoforte lo porta a vincere il 1º Premio al Concorso Internazionale di Musica da Camera “Città di Acqui Terme” nel 1996.

Pierluigi Ruggiero

Nel 2001 vince, come unico italiano, una borsa di studio per seguire i corsi di violoncello alla Liszt Academy University di Budapest con nomi indiscussi nel panorama musicale mondiale: Csaba Onczay (allievo tra gli altri di A. Navarra), László Mezo (allievo tra gli altri di P. Casals) e Miklós Perényi.

Qui incontra anche l’astro nascente J. Guihen Queyras.

Belgio, Svezia, Olanda, Inghilterra, Spagna, Francia, Germania, Ungheria, Serbia, Marocco, Turchia, Pakistan, India, Emirati Arabi, Arabia Saudita, Brasile, Canada, Stati Uniti, Australia, Nuova Zelanda e Giappone sono i paesi dove ha avuto occasione di esibirsi ripetutamente e nelle più prestigiose sale da concerto.

Ha registrato per Bongiovanni, Rai, Radio Vaticana, Hungaroton, Radio Nazionale Belga, Radio Nazionale Ungherese, SBS Nippon Radio e ERT3 Radio Nazionale Greca. Ha suonato come solista con l’Orchestra Sinfonica di Nis (Serbia), l’Orchestra Sinfonica di Miskolc, Orchestra Filarmonica Pannon, Budapest Chamber Orchestra,  Orchestra Sinfonica Dohnànyi ,  Sinfonica di Santos (Brasile), Orchestra da camera di Avejaneda ( Argentina), Orchestra di Stato del Paranà ( Brasile) , Orchestra Sinfonica Nazionale del Teatro Santoro Brasilia, Orchestra di Stato del Rio Grande do Norde ( Brasile) e Orchestra Nazionale della Radio polacca (Varsavia).

Pierluigi Ruggiero

 

Fondatore e direttore artistico dal 1999 dell’associazione Espressione d’arte e responsabile organizzativo dell’Italian Modern Ensemble, ha ideato, prodotto e realizzato, con Espressione d’Arte, il Festival itinerante Il Gusto dell’Arte – Musica,Teatro, Incontri di cui è il direttore artistico dal 2003.

Nel 2006 ha registrato in prima mondiale per la Hungaroton Classic un cd dedicato alle romanze da camera con violoncello di Luigi Denza e per la stessa etichetta à uscito nel 2008 un lavoro inedito su musiche spagnole di I. de Laporta e A. Ximenez.

Nel 2007, come artista straniero, e’ stato insignito dalla fondazione nazionale ungherese ARTISJUS Music del premio Pro Artibus per la promozione e lo scambio culturale tra l’Ungheria e altri Paesi.

Nel 2010 ha realizzato un nuovo progetto in prima mondiale, con la stessa casa discografica,
dedicato interamente ad Alfredo Piatti.

Ha tenuto masterclasses per numerose università in Brasile, Argentina, Panama, Usa, Azerbaijan e Giappone.