Quantcast

Casartigiani L’Aquila sollecita incontro con l’Arap

Casartigiani L'Aquila sollecita incontro con l'Arap: "diano spiegazioni su gestione e somme richieste".

Casartigiani L’Aquila continua a sollecitare un incontro con l’Arap in merito a una richiesta da parte dell’ente di alcuni tributi “in maniera forzata”.

Le richieste dell’Arap danneggiano l’assetto economico delle imprese del territorio aquilano“, aveva dichiarato nei giorni scorsi al Capoluogo.it Carlo Saggese, ingegnere e presidente di Casartigiani.

Nonostante abbia avuto nel passato idonee rassicurazioni da parte dell’Arap, nella figura del suo presidente, della costituzione di un tavolo tecnico per la definizione dell’annosa vicenda della doppia tassazione che attanaglia le aziende consorziate nei nuclei industriali di Sassa, Pile e Bazzano, per definire tutte le posizioni pendenti, riscontra oggi in maniera del tutto autonoma e scorretta, un intimazione di pagamento da parte di una società di recupero credito a dispetto di ogni rassicurazione avuta”, aveva spiegato Saggese.

A oggi dall’Arap ancora nessuna conferma di incontro, il presidente uscente Giampiero Leombroni aveva dichiarato che, “il progetto di bilancio dell’esercizio 2018 espone a situazioni non veritiere”.

Per impedire il venir meno della responsabilità legale connessa alla sottoscrizione di atti gestionali indifferibili, ho continuato ad assicurare il sostegno alle attività ordinarie dell’ente, anche nella prospettiva dell’imminente esame del progetto di bilancio dell’esercizio 2018 e, ancor più, nella speranza di poter finalmente sottoscrivere gli atti di alienazione degli immobili dell’ex Villeroy e Boch in Teramo con il correlativo introito di somme da destinare al pagamento dei debiti fiscali e contributivi inopinatamente generati nell’importo di circa sei milioni di euro”, ha scritto ancora in una lettera inviata al presidenre della Regione Abruzzo Marco Marsilio.

Un’autodenuncia, che l’assessore regione alle Attività produttive Mauro Febbo ha così commentato: “è un fatto gravissimo che il presidente del Consiglio di Amministrazione di un Ente Pubblico dichiari la non genuinità del documento finanziario senza la sua preventiva analisi e relativa approvazione da parte dell’organo collegiale”.

“Inoltre , ascoltato il legale di Casartigiani L’Aquila, Minazzi Francesco, ha provveduto ad inviare diffida a Regie srl al proseguo dell’azione non potendo asserire che i crediti siano certi, data la dichiarazione del presidente del CdA dell’ente stesso”, ha aggiunto Saggese.

Infine  Casartigiani L’Aquila, è stata ricevuta  dal Consigliere Regionale Giorgio Fedele che nel breve periodo provvederà alla convocazione ad hoc di una commissione di vigilanza specifica del tema, “che possa anche chiarire con quale valenza Arap abbia approvato un regolamento interno che lede di fatto i diritti di proprietà, e dia spiegazione delle somme che richiede, anche considerando il grave silenzio che ha posto in essere, nonostante le pressanti richieste da noi attuate da mesi”, spiega in conclusione Saggese.