Caro pedaggi, i Sindaci irremovibili: ‘proroga o differimento’

I Sindaci ed Amministratori di Lazio e Abruzzo sul piede di guerra. Proroga o differimento le proposte. In caso contrario si tornerà a manifestare.

Caro pedaggi,  i Sindaci irremovibili: ‘proroga o differimento’.

I Sindaci ed Amministratori di Lazio e Abruzzo, impegnati da mesi nella lotta per la sicurezza e contro il “caro pedaggi” delle autostrade A24/A25, dopo la conferenza stampa tenuta presso la sala stampa della Camera dei Deputati il giorno 05/06/2019, nelle more di future manifestazioni da intraprendere prima del 30/06/2019, hanno
inviato una comunicazione al Ministro, a Senatori e Deputati, nonché Presidenti e Consiglieri Regionali di Lazio e Abruzzo contenente proposte per scongiurare l’aumento.
Più precisamente propongono:

1. Proroga del termine di sospensione previsto nel decreto n. 589; 

o in alternativa

2. differimento del versamento delle rate 2019, 2020 e 2021 che il Concessionario Strada dei Parchi è tenuto a versare all’Anas quale prezzo della concessione.

«Questa operazione di differimento, consentirebbe di poter utilizzare le rispettive risorse economiche, per sterilizzare le tariffe nei prossimi 3 anni, con conseguente impegno del concessionario a non aumentarle per il corrispondente periodo.» illustrano i Sindaci.

«Tale ultima operazione, tra l’altro, è già stata tentata nel mese di Dicembre 2018. Confidiamo in un riscontro positivo da parte dei destinatari in caso contrario torneranno a manifestare.» concludono.