L'Aquila News IlCapoluogo - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Attualità e Sport

Vertice Fdi, il futuro di De Angelis passa da L’Aquila

Avezzano: ore cruciali per il futuro dell'amministrazione De Angelis 4.0. Vertice a L'Aquila di Fratelli d'Italia

AVEZZANO – Ore cruciali per il futuro dell’amministrazione De Angelis 4.0, che passa anche dall’Aquila.

Con il consiglio comunale alle porte, decisivo in quanto ultima possibilità di approvare il bilancio entro i tempi disposti dal Prefetto, nel capoluogo si sono riuniti i vertici provinciali e regionali di Fratelli d’Italia, per trovare una quadra interna al partito.

Frutto dell’incontro, durato più di tre ore, alla presenza dei componenti del neo gruppo consiliare – formatosi solo nel maggio scorso – Iride Cosimati, Maurizio Gentile e il quasi dissidente Leonardo Rosa, un nuovo documento, che sarà consegnato all’attenzione del primo cittadino Gabriele De Angelis.

Il documento in questione, come comunicato dal segretario Fdi di Avezzano, Aurelio Bruni, contiene argomenti programmatici, condivisi dall’intero gruppo consiliare, per dare nuovo sostegno all’amministrazione comunale a guida De Angelis.

Si ricuce in via ufficiale, dunque, lo strappo che aveva portato ad una spaccatura interna tra i componenti del gruppo di Fratelli d’Italia, dopo la scelta del nome per l’assessorato ricaduta – a quanto trapelato senza unanime condivisione – su Francesca Novella.

«Il gruppo – dichiarano a Il Capoluogo – è compatto e unito e ribatterà sui punti programmatici per il futuro dell’attività amministrativa».

Una posizione che sembra tendere la mano al sindaco di Avezzano, ma solo a determinate condizioni.

All’antivigilia dell’imminente consiglio comunale, però, appare una corsa contro il tempo tornare a negoziare nuove linee politiche programmatiche con il primo cittadino.

Sul destino dell’amministrazione De Angelis, del resto, incombe anche la minaccia sul futuro della presidente del Consiglio comunale, in forza a Fratelli d’Italia.

All’ordine del giorno dell’assise di sabato ci sarà, infatti, anche la mozione di sfiducia nei confronti di Iride Cosimati, la seconda nella storia dell’amministrazione De Angelis, presentata dall’opposizione.

Se non ci sono ancora garanzie, allora, per un sostegno in toto del gruppo consiliare Fdi – con Rosa che resta, comunque, la maggiore incognita – ago della bilancia saranno gli uomini dell’Udc, da tempo scontenti, e prima e dopo la ricomposizione della giunta.

Decisivi, infatti, nell’ottica di una maggioranza sempre più stretta, saranno i voti espressi da Luigia Francesconi e Marco Natale. Grandi sacrificati dell’anatra zoppa e del recente rimpasto, con la carica di vice sindaco assegnata a Presutti e non all’ex vice Lino Cipolloni.

Ieri la terza riunione di maggioranza a palazzo città, con Cipolloni grande assente per l’ennesima volta. Il segno evidente di un mal di pancia ormai cronico.

Dalle parti dell’Udc i componenti si trincerano dietro un silenzio stampa che sa di riflessione. Consapevoli di un voto pesante che potrà decidere le sorti di un’amministrazione mai così in bilico.

X