Fondazione Carispaq, ecco chi eleggerà il nuovo presidente

Elezioni Fondazione Carispaq: chi sono i consiglieri che eleggeranno nuovo presidente. Marotta o Taglieri per la poltrona di Fanfani?

Sono 18 i membri del Consiglio generale della Fondazione Carispaq che venerdì 7 giugno a L’Aquila eleggeranno il nuovo presidente.

La partita è ancora aperta, letteralmente “all’ultimo voto” tra Domenico Taglieri  già vicepresidente della Fondazione Carispaq e Roberto Marotta, commercialista, che ha già ricoperto il ruolo di presidente prima dell’attuale duplice mandato di Marco Fanfani, ex assessore della Giunta di Massimo Cialente.

Per essere eletto, il presidente ha bisogno di 10 voti; per i membri del Consiglio generale non è previsto il rinnovo delle cariche a meno che qualcuno di loro non verrà eletto nel Consiglio di amministrazione.

Nel Consiglio generale 9 vengono eletti dall’assemblea composta da 100 membri.

Gli altri 9  vengono eletti uno dal Comune dell’Aquila, uno dalla Provincia dell’Aquila, uno dal mondo del volontariato, uno dalla Camera di Commercio, uno dall’Università, uno dal Comune di Avezzano, uno da Sulmona, l’ultimo a rotazione scelto dal Comune di Carsoli o Castel di Sangro.

Questi sono i membri del Consiglio generale: vicepresidente, Claudia SansonePaola Bellisari, Guglielmo Calvi Moscardi, Antonio Cinque, Francesca Davini, Roberto Donatelli, Filippo Fabrizi, Luciano Faganini, Stefano Guarracini, Michele MaccheriniEnrico Marinucci, Cesare Antonio Palombizio, Livio Pallotta, Domenica Paoletti, Ezio Rainaldi, Evandro Ranieri, Virgilio Storione, Andrea Tarquini.

La Fondazione era socio unico della Carispaq (Cassa di Risparmio della Provincia dell’Aquila Spa): l’istituto di credito aquilano è poi confluito, come noto, dentro a Bper. La Fondazione Carispaq ha finalità e scopi filantropici legati alla diffusione dell’arte, della ricerca scientifica, dell’istruzione, della sanità e del volontariato, con preciso riferimento al territorio della Provincia dell’Aquila.

Unico ente nella provincia dell’Aquila che ha una commissione che valuta i progetti e dispone a chi erogarli; per questo motivo c’è già massima attenzione sulle presenze del nuovo vertice per capire come saranno i prossimi 3 anni di mandato.

Il primo presidente della Fondazione è stato Giovanni Schippa, ex rettore e professore emerito dell’Università dell’Aquila, poi Luciano Fabiani, uomo di punta della Dc e storico consigliere comunale, Pasquale Giancola ex provveditore, Lucio Barattelli, imprenditore e assessore all’Urbanistica che fondò con Nino Carloni la società dei concerti “Barattelli” di cui è stato a lungo presidente e infine Roberto Marotta e Marco Fanfani.

La foto allegata è dell’evento organizzato dalla Fondazione per dare testimonianza dell’impegno delle fondazioni italiane di origine bancarie in favore delle popolazioni colpite dal sisma.