L'Aquila News IlCapoluogo - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Attualità e Sport

Avezzano, il bilancio torna in consiglio: De Angelis ci riprova

L'8 giugno ci sarà il consiglio comunale sul consuntivo 2018. Ieri la conferenza dei capigruppo: maggioranza sempre più stretta.

AVEZZANO – Nuovo testa a testa tra opposizione e maggioranza nella conferenza dei capigruppo di ieri. Alla fine la spunta De Angelis e c’è la data di convocazione del consiglio sul consuntivo, fissata per l’8 giugno.

11 a 11 i voti definiti nel confronto di ieri, con la decisione finale che, come recita lo Statuto, in caso di parità spetta al presidente del Consiglio comunale. Ed è spettata, quindi, a Iride Cosimati.

Si riunirà sabato 8 giugno alle 10 l’assise civica, con all’ordine del giorno: il consuntivo, bocciato in prima istanza, le mozioni sulle multe del T-red, poi spento, e sulla sfiducia alla presidente del consiglio comunale.

La maggioranza a guida De Angelis evita, così, di andare sotto, come accaduto nell’ultima conferenza dei capigruppo, preceduta da contestazioni e botta e risposta al vetriolo. L’opposizione spingeva per convocare l’assise tra giovedì e venerdì, sottolineando le esigenze personali e gli impegni lavorativi di alcuni consiglieri d’opposizione. Ai voti, però, terminati in condizioni di parità, l’ha spuntata il primo cittadino, con il voto decisivo della presidente Cosimati per la data dell’8 giugno prossimo.

Il Consiglio comunale sarà cruciale nel decidere il futuro dell’amministrazione cittadina

Scadrà lunedì 10 giugno il termine, imposto dal Prefetto, per l’approvazione del consuntivo 2018. La neo maggioranza De Angelis, già povera nei numeri, rischia di venire ulteriormente ridotta dai malumori in casa Udc e dai rumors di corridoio che vorrebbero Leonardo Rosa, del gruppo recentemente costituito di Fdi, ancora scottato da una scelta dell’assessorato poco condivisa, scelta ricaduta su Francesca Novella. Da decidere, inoltre, ci sarà anche la partita relativa alla sfiducia-bis presentata nei confronti della presidente del consiglio Iride Cosimati, che arriva in uno dei momenti più delicati della storia dell’amministrazione De Angelis. Sfiducia che, secondo quanto è stato messo a verbale ieri, in seguito alle dichiarazioni dei consiglieri Di Pangrazio e Di Berardino, sembra legata a motivi politici.

A margine della conferenza dei capigruppo di ieri, non è mancata la reazione dell’opposizione. Tra i consiglieri di minoranza Francesco Eligi ha inoltrato una nota alla stampa. «Presidente del consiglio e consiglieri di una maggioranza non più maggioranza esautorano la commissione capigruppo e, nonostante l’assenza dei numeri, forzano i lavori propedeutici al necessario consiglio comunale, che ad Avezzano ormai manca già da 40 giorni, decidendo d’imperio per la data di sabato 8 giugno. Tale data è sicuramente utile al sindaco per mettere alle strette le dissidenze, visto che lunedì 10 è la data ultima imposta dal Prefetto per l’approvazione del consuntivo. Tra tiritere varie è evidente che il tirare a campare il più possibile sia l’unico scopo di questa amministrazione. L’unica verità è l’attaccamento che Sindaco, assessori e consiglieri filoni hanno per le poltrone. La domanda che ad Avezzano ci si sta ponendo è: che colla usano in municipio?»

X