Cese di Preturo, forse un debito di droga dietro la rapina in stile Arancia Meccanica

Forse un debito di droga dietro la rapina in casa avvenuta ai danni di una giovane donna e del figlio di 4 anni.

Forse un debito di droga dietro la rapina in casa avvenuta  ai danni di una giovane donna e del figlio di 4 anni.

I carabinieri avevano arrestato 4 persone, dopo l’immediato intervento a Cese di Preturo, in soccorso di una giovane mamma estone rapinata all’interno della propria abitazione, dove si trovava anche il figlio minorenne.

Pare che gli autori della rapina, Elia Nanni (27) e Carlos Omar Morales (19), siano stati indotti al colpo in stile Arancia meccanica e a introdursi nell’abitazione muniti di coltello e mattarello, a causa di un debito di droga nei confronti dei due albanesi che avevano già ricettato l’oro rubato, stando a quanto riportato da Il Messaggero.

I due soggetti di origine albanese sono stati arrestati nell’ambito dello stesso intervento dei carabinieri.

Per ora Nanni e Morales, assistiti dai legali Stefano Massacesi e Chiara Cerasoli, restano in carcere in attesa dell’esito delle indagini da parte dei carabinieri.

I due albanesi invece, incensurati, sono stati rimessi in libertà.