Quantcast

Nonostante la pioggia, L’Aquila non rinuncia alla Jane’s Walk 2019

La manifestazione Jane’s Walk, arrivata a L’Aquila sabato 4 maggio, non si è fatta fermare dalla pioggia. Il Capoluogo ha intervistato Quirino Crosta, il referente di FrAzioni FraIntese.

Nonostante la pioggia, L’Aquila non rinuncia alla Jane’s Walk 2019.

La manifestazione Jane’s Walk, arrivata a L’Aquila sabato 4 maggio, non si è fatta fermare dalla pioggia.

Il capoluogo abruzzese ha così aderito al festival annuale internazionale, organizzato dall’omonima piattaforma (https://janeswalk.org/) e patrocinato in Italia dall’Istituto Nazionale di Urbanistica: le tappe sono conversazioni itineranti attraverso quartieri della città, guidate da cittadini ed ispirate al pensiero di Jane Jacobs.

Altre passeggiate in Italia si svolgeranno anche a Roma, Milano, Napoli, Firenze, Cagliari, Genova, Olbia, etc.

Tutte le iniziative onorano la memoria della sociologa urbanista americana Jane Jacobs (Scranton, 4 maggio 1916 – Toronto, 25 aprile 2006): le sue ricerche incoraggiano le persone a riflettere sulle funzioni sociali e aggregative della “strada”, sul ruolo delle persone nella progettazione di politiche economico-sociali e del design dello spazio pubblico; la passeggiata incoraggia a condividere storie sui propri quartieri, a scoprire aspetti non visibili delle proprie comunità e a usare la camminata come mezzo per relazionarsi con i propri vicini.

Quest’anno Fr.Azioni Fra.Intese ha risposto alla call internazionale della Jane’s Walk, inserendo L’Aquila nella rete delle città in cui la manifestazione si svolge.

«Nonostante il tempo sfortunato, la passeggiata è stata fatta e i partecipanti sono stati felici: sono stati proprio loro ad insistere a farla nonostante piovesse – ha commentato Quirino Crosta di FrAzioni FraIntese -. Redigeremo un report per raccogliere quanto emerso durante il percorso, riportando proprio il contributo dei partecipanti: osservazioni, pensieri, note, foto, video e suggestioni. Abbiamo fatto una valutazione qualitativa degli spazi pubblici attraversati, tramite questionario. Quindi le considerazioni fatte, stimolate dal questionario, faranno parte di una pubblicazione e di una presentazione che verrà portata alla Biennale dello Spazio Pubblico che si svolgerà a Roma 3, presso la facoltà di architettura, a fine mese. con la rete di associazioni  promotrici abbiamo convenuto di fare una sintesi delle riflessioni raccolte anche all’interno dell’urban center e, in merito alla mobilità e al Nuovo Piano Regolatore, all’amministrazione.»

jane's walk

La Jane’s Walk Aquilana è partita da Via Fontesecco ed è arrivata al Parco delle Acque, dove è terminata con un pic-nic “porta e condividi”.

jane's walk

La passeggiata è stata un modo per osservare, riflettere, condividere, discutere e re-immaginare collettivamente i luoghi in cui vive, lavora e si muove una città in ricostruzione.

jane's walk

 

I referenti

Quirino Crosta è stato il referente di FrAzioni FraIntese, membro del CdR dell’INU insieme a Marino Bruno e Luana Di Lodovico.

Per le altre associazioni: Giovanni Cialone e Paolo Muzi per Italia nostra, Maria Rita Acone per Archeoclub, Paolo Tella per cittadinanza attiva, Lorenzo Rotellini per Friday for Future, Lorenzo Ricci per Greenpeace l’aquila, Rita Salvatore per Slow Food Laquila, Ilaria Grappasonno e Antonella Marrocchi per Metis, Bulma e Emanuela Rossi per 3e32 e Fuori genere, Matteo Paoletti per l’UDU, Alessandra Gattuso per AternoAria, Raffaella Giampaolo per Yoyó LAquila, Nicoletta Bardi per Querencia, Laura Asti per Pro Natura e 0 Rifiuti, Federico Eugeni per Viviamolaq, Giulia Tomassi per l’Urban Center, Enrico Stagnini per Legambiente beni culturali ABRUZZO.