IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio, Pierluigi Biondi, Luigi D'Eramo

Pescara, bando di soli 2 giorni lavorativi per la Riserva Dannunziana

Pescara, bando di soli 2 giorni lavorativi per la Riserva Dannunziana. Antonelli: "Una presa in giro bella e buona".

Pescara, bando di soli 2 giorni lavorativi per la Riserva Dannunziana.

 

Antonelli: “Una presa in giro bella e buona”.

Come riporta Il Pescara, il consigliere comunale pescarese della Lega, Marcello Antonelli, interviene sul bando per l’affidamento del servizio di gestione delle strutture di accoglienza ed educazione ambientale della Riserva Naturale Pineta Dannunziana.

«Un bando davvero particolare quello per l’affidamento del servizio di gestione delle strutture di accoglienza e di educazione ambientale della Riserva Naturale Pineta Dannunziana» ha dichiarato Antonelli, contestando il bando pubblicato dal Comune di Pescara pochi giorni fa.

«Un bando pubblicato solo lo scorso venerdì 19 aprile e che scadrà alle ore 11.00 del 24 dello stesso mese, praticamente solo due giorni lavorativi a disposizione degli eventuali partecipanti, considerata la presenza del fine settimana di Pasqua e del giorno di Pasquetta. Una presa in giro bella e buona per i soggetti interessati costretti a mettere sul tavolo del pranzo pasquale il preventivo di spesa e non le costolette di agnello.»

«Crediamo che sia indispensabile – ha proseguito Antonelli – per evitare esposti e ricorsi ampiamente giustificati, procedere alla immediata revisione della tempistica di produzione dell’offerta e della documentazione necessaria, alla modifica dei criteri selettivi di individuazione del contraente, essendo folle l’idea di una gara al massimo ribasso che non tenga minimamente conto della qualità progettuale in un’attività delicata e strategica per una parte così importante della città, alla revisione della durata del servizio portandola ad almeno un anno, con possibilità di proroga, poiché i sei mesi sono assolutamente insufficienti per definire un minimo di attività programmatoria.»

X