L'Aquila News IlCapoluogo - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Attualità e Sport

L’Aquila, laboratorio di pasticceria abusiva: arrivano i Nas e lo chiudono

Blitz di Pasqua dei Nas, in azione in tre province. In provincia dell'Aquila chiuso un laboratorio di pasticceria abusivo. Altri due sospesi per carenze igieniche.

Blitz dei Carabinieri del Nas in Provincia dell’Aquila per una pasticceria sottoposta a chiusura che era stata riaperta abusivamente. Controlli e sanzioni in tutto il territorio.

Carenze igieniche, strutture abusive, prodotti industriali spacciati per artigianali, carenze in materia di autocontrollo e rintracciabilità: è quanto hanno accertato i Carabinieri del Nas di Pescara nell’ambito di numerosi controlli condotti, in tutto l’Abruzzo, sulla filiera dei prodotti alimentari in vista della Pasqua. Complessivamente sono stati sequestrati o vincolati ai fini della distruzione oltre sei quintali di alimenti.

In particolare, spiega l’Ansa, in provincia dell’Aquila, i militari per la tutela della salute, diretti dal maggiore Domenico Candelli, hanno accertato che un laboratorio di pasticceria, poi sottoposto a chiusura, era stato attivato abusivamente. Sospesi, inoltre, due laboratori in cui sono state riscontrate gravi carenze igieniche e vincolati, per la distruzione, 300 chilogrammi di alimenti scaduti. Una persona è stata denunciata per tentativo di frode in commercio: aveva messo in vendita 60 chilogrammi di alimenti industriali, poi sequestrati, spacciandoli per artigianali.

In provincia di Teramo una persona è stata denunciata per tentata frode in commercio, poiché esponeva 50 chilogrammi di colombe pasquali vendute come di propria produzione, ma in realtà industriali; i prodotti sono stati sequestrati. In un’altra azienda sottoposta a controllo, inoltre, sono state rilevate carenze igienico sanitarie.

Nel Pescarese, invece, è stato chiuso un laboratorio di pasticceria attivato abusivamente. Una persona è stata denunciata per gli alimenti in cattivo stato di conservazione, materie prime con bruciature da freddo e scadute anche da due anni. Due quintali di alimenti sono stati sequestrati ed avviati alla distruzione immediata.

Nel complesso sono state elevate otto sanzioni per carenze in materia di autocontrollo e rintracciabilità per circa 15mila euro.

X