IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio, Pierluigi Biondi, Luigi D'Eramo

L’Aquila, torna la Notte Europea dei Ricercatori tra passione e scoperta

Il 27 settembre torna a L'Aquila La Notte Europea dei Ricercatori, per il sesto anno consecutivo. Dai robot, agli esperimenti di magica atmosfera, tutto l'amore per la scienza.

L’Aquila sarà, di nuovo, il regno della scienza, per le decine di migliaia di persone che, il prossimo 27 settembre, affolleranno il centro storico per Sharper, la Notte Europea dei Ricercatori.

C’è la data del ritorno. Dal pomeriggio fino alla sera inoltrata di venerdì 27 settembre, strade, piazze e spazi culturali del centro storico saranno la cornice di idee, progetti e sfide, da vivere negli incontri con i ricercatori.

Filo conduttore dei numerosi eventi in programma il fattor comune che lega L’Aquila alla comunità nazionale e internazionale della Ricerca, il progetto nazionale Sharper, Sharing Researchers’ Passions for Evidences and Resilience, finanziato dalla Commissione europea, che avrà il suo nucleo principale nella città di Trieste, nell’ottica di “Trieste 2020 Capitale Europea della Scienza”.

L’Abruzzo, con la città dell’Aquila, contribuirà al coinvolgimento di tutti i cittadini nella realtà della quotidianità del mestiere del ricercatore, sottolineando e facendo luce sul ruolo stesso del ricercatore nel futuro della società.

L’Aquila, La Notte Europea dei Ricercatori: il programma

Il ricco programma di eventi all’Aquila si snoderà tra gli spazi del GSSI, del Palazzo dell’Emiciclo, di Piazza Duomo, di Palazzo Cappa Cappelli, dell’Auditorium del Parco, del Parco del Castello e del Comitato della Croce Rossa Italiana. Al Gran Sasso Science Institute ci saranno Robot per tutti e per tutti i gusti. Life On Mars: Lego EV3 nello spazio, Il mare in 3D: costruzione di automata, Scribbling machine, Star Wars. Sono questi i programmi che avranno luogo dalle 15 alle 22,30. Si andrà dall’utilizzo delle stampanti in 3D, alla costruzione di piccoli robot disegnatori e stellari, passando per i tentativi di analisi del suolo marziano. Pratica ma anche teoria nelle conferenze stampa “Il cielo: dall’antichità alla cosmologia moderna” e “Il terremoto: cosa sanno i ricercatori, cosa inventano i ciarlatani”.

Sempre al GSSI, all’interno del Rettorato, saranno raccontate le storie dei pianeti esistenti, della vita e di com’è arrivata sulla Terra. Fino allo spazio dedicato alla musica con le nove prime assolute di docenti compositori del Conservatorio Casella, nel bimillenario di Ovidio.

Dalle 17 alle 22,30 il via degli eventi che vivacizzeranno l’Emiciclo. Tra le attività in programma, il laboratorio di restauro a cura dell’Accademia delle Belle Arti, lo studio della magnetosfera, gli esperimenti di magica atmosfera e poi le arti: la musica del Coro del CAI L’Aquila, l’esposizione dei disegni di Pico Fonticulano e le dimostrazioni e degustazioni delle delizie molecolari a cura di uno chef qualificato dalla formazione scientifica. Alle 22,30 lo spettacolo di Giobbe Covatta e Paola Catella.

Video interattivi e varie attività per i più piccoli si terranno, invece, a Piazza Duomo, a partire dalle 17. Sarà approfondita l’evoluzione dei vulcani, assieme ai ricercatori dell’INGV e del Centro Nazionale Terremoti. E ancora quiz di statistica per gli appassionati, un viaggio nelle galassie, focus su buchi neri, materia oscura e onde gravitazionali, il teletrasporto in una realtà virtuale con Digitalcomoedia, il Gran Sasso Videogame – per far tornare a casa l’alieno Zot, finito nei Laboratori del Gran Sasso – lo studio sui materiali sintetici utilizzati nelle attività sportive, il confronto tra la tessitura di un tempo e gli strumenti utilizzati oggi.

Sempre in Piazza Duomo, a partire dalle ore 15, attraverso un mix di teoria, dimostrazioni interattive e tutorial, i visitatori potranno immergersi tra immagini e scene del crimine, per scoprire quanta ricerca e tecnologia si nascondono nella scienza forense.

Le innovazioni tecnologiche nella musica saranno in primo piano nella lezione-concerto a Piazza Cappa Cappelli, a partire dalle ore 19. Mentre l’Auditorium del Parco ospiterà il laboratorio creativo su paradossi temporali, invenzioni marziane ed esplorazioni spaziali, oltre alla conferenza-spettacolo “Magic Talk”.

Start party con le osservazioni astronomiche nel Parco del Castello, alla scoperta dei segreti dello spazio e, infine, il sociale, di casa al Comitato Croce Rossa, con la campagna di promozione per la donazione del sangue.

Il programma completo è consultabile al sito https://www.sharper-night.it/sharper-laquila/

X