IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio, Pierluigi Biondi, Luigi D'Eramo

La Patata IGP del Fucino alla conquista del mercato: presente al Macfrut di Rimini

La patata IGP del Fucino, dopo i buoni risultati del 2018, continua a conquistare il mercato. Dall'8 al 10 maggio sarà al Macfrut di Rimini.

Dalla Marsica agricola al Macfrut di Rimini, la patata IGP del Fucino conquista il mercato.

L’Associazione Marsicana Produttori Patate – AMPP – continua nella sua azione di promozione della Patata del Fucino IGP, che oggi copre una buona quota del mercato ortofrutticolo, soprattutto nel Centro Italia.

Il 2018 è stato un anno di raccolta degli ultimi risultati conseguiti con una produzione di 260.000 quintali di patate di cui certificata IGP, circa 180mila quintali.

«Siamo veramente soddisfatti – dichiara il Presidente dell’AMPP Rodolfo Di Pasquale – soprattutto per le quantità di patate immesse sul mercato a marchio del Consorzio IGP, ben il 63% della produzione certificata». Tiene a ricordare il Presidente Di Pasquale come l’AMPP nel 2017 al Macfrut di Rimini, dove torna anche quest’anno al padiglione B4 Stand 030, si sia guadagnato l’Award Innovation per l’impegno posto dall’Associazione nelle innovazioni tecniche, in termini di sostenibilità ambientale ed economica e di miglioramento qualitativo delle proprie produzioni.

Al traguardo ultra trentennale dalla costituzione, l’AMPP ha lanciato un piano di investimenti importante per la modernizzazione e il potenziamento dei propri impianti di conservazione e confezionamento di patate. «Stiamo avviando investimenti che, tra costi di sviluppo dei prodotti e adeguamento degli impianti alle nuove produzioni, ammontano a oltre 10 milioni di euro», sottolinea il Direttore Sante Del Corvo, specificando che i lavori riguardano tutti i reparti dell’azienda al fine di estendere la propria leadership sul mercato.

Naturalmente tutto si andrà a sommare agli impianti già esistenti nello stabilimento dell’AMPP, con un ampliamento che consente di gestire oltre 400.000 quintali di patate. I lavori sono in piena realizzazione, per concludersi entro il 2020. Gli investimenti non si fermano alla sola tecnologia, ma riguardano anche il prodotto. Sono in corso studi e ricerche di mercato finalizzati al miglior posizionamento del marchio IGP nella GDO, al fine di individuare nuovi sbocchi di mercato, di interpretare le esigenze della distribuzione e del consumatore. L’AMPP guarda al futuro, alle nuove metodiche di acquisto che vanno dalla MDD alle nuove politiche commerciali EDLP (Every Day Low Price). La Patata del Fucino IGP ha tutti i numeri per continuare a crescere.

 

(Foto Corriere ortofrutticolo)

X