IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Attualità e Sport

Sport

Rugby Experience School, a Parma con la maglia del decennale

I ragazzi dell'Asd Rugby Experience School in evidenza al Memorial Amatori ParmaRugby con la maglia del decennale.

L’Asd Rugby Experience School al Memorial Amatori ParmaRugby con la speciale maglia evento, dedicata al decennale.

Sulle spalle la maglia evento dedicata alla propria città in occasione del decennale del sisma del 2009, nelle gambe tanta voglia di correre, placcare e andare in meta: questa, in sintesi, la partecipazione dell’Asd Rugby Experience School al Memorial Amatori Parma, andato in scena ieri, domenica 7 aprile, alla Cittadella del rugby. Con oltre duemila giovani partecipanti, provenienti da tutta Italia, la trentunesima edizione ha visto protagonisti anche gli atleti aquilani della Rugby Experience School dall’under 6 all’under 14.

Ottimi piazzamenti per tutte le squadre iscritte (due per ciascuna categoria), un sofferto terzo posto per la formazione under 14 e un meritato primo posto per la compagine under 12 che ha chiuso il torneo senza subire mete. Oltre il podio il riconoscimento importante del premio fair play rivolto proprio ai ragazzi under 14, decisi a scendere in campo nonostante un virus avesse colpito nella notte l’intera squadra. E all’under 14 Antonio Copersino è andato l’unico premio individuale del torneo come miglior giocatore della categoria. Da registrare poi, la bella vittoria della formazione under 16 che consolida il primo posto nella classifica del campionato nazionale élite di categoria.

Dopo i riconoscimenti ricevuti anche un premio donato: al termine della manifestazione l’allenatore under 12 Antonio Marulli ha consegnato alla società organizzatrice dell’Amatori Parma il premio “L’Aquila 2009 – 2019 passo dopo passo”: nato in occasione del torneo Rex (giocato al Tommaso Fattori il 17 febbraio e il 10 marzo scorsi) il trofeo, come la maglia evento, vogliono raccontare la forza e la determinazione di una città; in particolare, come anticipato nei giorni scorsi in occasione della presentazione della maglia evento, il premio “L’Aquila 2009 – 2019 passo dopo passo” vuole essere una testimonianza della città sul territorio nazionale e verrà consegnato alle società organizzatrici dei principali tornei di minirugby ai quali parteciperà l’associazione aquilana fino al termine della stagione.

Un week end intenso di emozioni, quindi, iniziato proprio la mattina del 6 aprile con gli atleti e le famiglie raccolti in un momento di riflessione, con il parroco don Juan,  in ricordo di chi non c’è più da quella terribile notte del 6 aprile 2009. Poi la consegna delle maglie: una maglia da gioco speciale, che riprende il motivo della facciata della Basilica di Collemaggio, il Castello cinquecentesco sulle spalle ed un cuore sul petto che incornicia la scritta “L’Aquila” e le date 2009 – 2019 in neroverde. Un simbolo dall’alto valore storico ed identitario per testimoniare la forza, la storia e la bellezza della città de L’Aquila sui campi da rugby del Paese.

“Dalla trasferta di Parma – ha dichiarato il direttore tecnico ed allenatore Alessandro Cialone – siamo tornati molto soddisfatti e piacevolmente colpiti dall’atteggiamento avuto dai nostri ragazzi. Al di là del risultato, ci ha fatto piacere vederli giocare in maniera affiatata, si sono sostenuti gli uni con gli altri, e anche in occasione delle finali disputate non hanno mai ceduto all’ansia: la partecipazione a tornei con un livello di gioco sicuramente più alto della media li sta aiutando a maturare la giusta serenità e determinazione, portandoli ad esprimere un gioco di qualità anche negli incontri decisivi. Soddisfatto di tutte le under, rivolgo un plauso ai ragazzi under 12 che dopo la bella vittoria di Milano al Torneo Capuzzoni della scorsa settimana, hanno meritato il primo posto anche ieri a Parma. A nome della società intera, poi, rivolgo un grazie sincero ai ragazzi under 14 che, nonostante le difficoltà causate da un virus che ha colpito la squadra intera nella notte tra sabato e domenica, hanno deciso comunque di scendere in campo, chiudendo il torneo al terzo posto; più importante del risultato è stata la loro determinazione: hanno giocato con il cuore mostrando il valore e la forza del gruppo, siamo orgogliosi di loro”.

(foto Donatello Ricci)

X