IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio, Pierluigi Biondi, Luigi D'Eramo

L’Aquila, una rotonda per Magnotta: la vignetta satirica di Fabrizio Pluc Di Nicola

Una proposta per strappare un sorriso agli aquilani nei difficili giorni del decennale del terremoto: ma anche un modo per ricordare Mario Magnotta scomparso poche settimane prima del sisma dell'Aquila.

L’Aquila – Una vignetta, o meglio, una proposta artistica per strappare un sorriso agli aquilani nei difficili giorni del decennale del terremoto. Ma anche un modo per ricordare Mario Magnotta, il popolare bidello scomparso proprio poche settimane prima del sisma dell’Aquila.

Un incarico difficile quello commissionato a Fabrizio Pluc Di Nicola, vignettista pescarese con il cuore a L’Aquila, spesso ospite di Buongiorno Regione su Rai 3.

“Nel momento in cui mi è stato chiesto di realizzare una vignetta sui 10 anni dal terremoto mi è preso il panico. Quindi ho deciso, invece di fare la solita battuta, di creare una bella decorazione per una rotonda per la città de L’Aquila. Una cosa che facesse sorridere in questi giorni in cui da ridere c’è davvero poco e che riportano alla mente quella terrificante notte di 10 anni fa”

spiega lo stesso vignettista.

“Trattasi di una maxi composizione con alcune delle cose che giustamente mettono allegria agli aquilani (e non solo):
1 L’aquila, simbolo fiero e nobile della città.
2 La genziana, prelibata bevanda digestiva, artefice delle più pregiate ubriacature del popolo d’Abruzzo.
3 Gli arrosticini. Qui non devo spiegare niente.
4 Mario Magnotta, una vera e propria rockstar per gli abitanti del capoluogo. Un mito, una leggenda. Punto”.

vignetta magnotta

Da qui, la proposta:

“Bando alle ciance, l’ho detto in diretta tv e lo ripeto qui sul facebook. Io sono seriamente disposto a cedere gratuitamente il progetto per quest’opera alla città dell’Aquila. Quindi fate in modo che le autorità, il sindaco o chi per lui, lo sappia. Lancia anche tu l’hashtag #unastatuapermagnotta”

X