IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio, Pierluigi Biondi, Luigi D'Eramo

Ricostruzione Paganica, pratiche tutte assegnate ma pochi cantieri

Decennale del terremoto, il punto sulla ricostruzione a Paganica. Pratiche tutte prese in carico dall'Ufficio speciale, ma pochi cantieri avviati.

L’Aquila – Dopo 10 anni dal terremoto del 2009, lo stato della ricostruzione a Paganica. Tutte prese in carico le pratiche presso l’Ufficio speciale, ma pochi i cantieri avviati.

C’è da ricostruire l’80% del centro storico di Paganica.

Con 315 pareri emessi, 1777 unità immobiliari interessate, oltre 300milioni di importo complessivo per pareri emessi e quasi 114 milioni di importo concesso, le pratiche presso l’Ufficio speciale per la ricostruzione sono state tutte prese in carico e la maggior parte sono nella seconda fase di istruttoria. A dieci anni dal terremoto, però, sono ancora pochi i cantieri già avviati, circa una decina, per una frazione il cui centro storico è stato fortemente danneggiato dal sisma, circa per l’80% degli immobili.

Un Consiglio per Paganica, nuova assemblea

Dal punto di vista legato all’Ufficio speciale per la ricostruzione, Paganica è il centro che può vantare pratiche tutte assegnate. A livello dei cantieri, però, solo una decina sono stati avviati. Al di là dei “numeri” dell’Ufficio Speciale, infatti, a rallentare le pratiche ci sono tutta una serie di aspetti burocratici e criticità legate alle compatibilità rispetto a interventi, più o meno sanati, effettuati nel tempo, per i quali l’iter burocratico prevede il passaggio per più enti. Da oltre un anno, inoltre, è stata inviata dal Comune la richiesta di fondi per i sottoservizi.

ricostruzione tempera e paganica

Una volta partita la maggior parte dei cantieri, però, uno dei problemi da affronatare sarà quello legato alle interferenze: «Aperto un cantiere, si chiude una strada» ha sottolineato l’assessore Daniele Ferella al microfono del Capoluogo.it, sottolineando le difficoltà logistiche che bisognerà affrontare. Il neo assessore alla pianificazione territoriale e urbanistica ha assicurato «l’impegno che vale per Paganica e tutto Comune per ridurre gli elementi di conflitto che rallentano le pratiche edilizie. Occorrà lavorare non solo alla ricostruzione materiale, ma anche alla caratterizzazione di tutto il Comune, Paganica compresa».

(Immagini di repertorio)

X