IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio, Pierluigi Biondi, Luigi D'Eramo

Pietro Smargiassi presidente della Commissione Vigilanza, il centrodestra scarica Legnini

Il Movimento 5 Stelle tira dritto e si prende la Commissione Vigilanza, Pietro Smargiassi presidente. L'ira di Paolucci: "Da oggi c'è una sola opposizione".

Eletti i presidenti delle Commissioni, tranne la IV, Pietro Smargiassi alla Vigilanza. Il centrosinistra prova a proporre Legnini, ma deve ritirare la candidatura.

Nessuna sopresa per le Commissioni Bilancio, con l’elezione di Vincenzo D’Incecco presidente, Infrastrutture per Manuele Marcovecchio, Agricoltura a Emiliano Di Matteo e Giunta per il regolamento al presidente Lorenzo Sospiri. Più complicata la questione in Commissione Politiche europee, che dovrebbe andare a Simone Angelosante, ma rinviata per “errori” di forma.

A far discutere, invece, sarà la presidenza della Commissione Vigilanza, andata a Pietro Smargiassi (M5S). Durante la riunione presieduta da Manuele Marcovecchio (doveva essere Legnini, che però era assente), con Giorgio Fedele segretario, la Lega, nella persona di Sabrina Bocchino, ha indicato Antonietta La Porta come proprio candidato. A seguire, Fedele ha indicato Pietro Smargiassi per il M5S. A quel punto era chiaro che per Giovanni Legnini non ci sarebbero state possibilità. «Durante i lavori precedenti – ha sottolineato il consigliere Americo Di Benedetto (che aveva la delega dello stesso Legnini) – sembrava ci potesse essere un cambiamento di metodo condiviso», in riferimento anche all’elezione di Domenico Pettinari alla vicepresidenza in quota opposizione. Per Di Benedetto Legnini sarebbe stato l’uomo giusto al posto giusto, ma visto come si sono sviluppate le dichiarazioni di voto, la proposta Legnini è stata sostituita da quella proprio di Di Benedetto, probabilmente per evitare a Legnini l’onta della prevedibile sconfitta. E infatti la commissione ha così votato: 15 voti per Pietro Smargiassi (che ha quindi incassato anche 8 voti del centrodestra), 10 per Antonietta La Porta e 6 per Americo Di Benedetto.

commissione vigilanza

Di Benedetto, insieme a Silvio Paolucci, ha abbandonato l’aula prima dello scrutinio: «Già dalla IV commissione – ha sottolineato Paolucci prima di abbandonare la Sala “D’Annunzio” – si era capito che la Lega aveva dato il via libera al Movimento 5 Stelle e come sarebbe finito in Vigilanza, per la quale il discorso non era sul numero dei voti, sette a sei, ma c’era un tema politico e si è scelto di rispettare l’alleanza di Governo nazionale. Da oggi è chiaro che in Consiglio regionale c’è una sola opposizione». Il riferimento alla IV commissione è per la scelta del M5S di “concedere” il rinvio, facendo mancare il numero legale, insieme alle assenze della Lega.

Da parte sua, il neo eletto presidente ha assicurato: «Lavoreremo al fianco di tutti i gruppi che vogliono fare il bene dei cittadini abruzzesi». D’altra parte la stessa Sara Marcozzi aveva sottolineato che per un “errore materiale” la posizione del M5S in IV Commissione non aveva alcuna valenza politica. Di diverso parere il centrosinistra che imputa il rinvio a contrasti nella Lega nell’indicazione del presidente. «Nessuno più del M5S – ha poi commentato Sara Marcozzi – può svolgere al meglio il ruolo di vigilanza all’interno di Regione Abruzzo e sono certa che Pietro Smargiassi saprà dirigere questo importante organo ispettivo con competenza e serietà».

I ruoli nelle commissioni: Prima Commissione “Bilancio”: Vincenzo D’Incecco (Presidente- Lega Salvini Abruzzo), Sara Marcozzi (Vice-Presidente – M5S), Daniele D’Amario (Segretario – Forza Italia); per la Seconda Commissione “Territorio” gli eletti sono: Emanuele Marcovecchio (Presidente- Lega Salvini Abruzzo), Antonio Blasioli (Vice-Presidente – PD), Luca De Renzis (Segretario – Lega Salvini Abruzzo); per la Terza Commissione “Agricoltura” gli eletti sono: Emiliano Di Matteo (Presidente- Lega Salvini Abruzzo), Giorgio Fedele (Vice-Presidente – M5S), Antonio Di Gianvittorio (Segretario- Lega Salvini Abruzzo); per la Quinta Commissione “Sanità” gli eletti sono: Mario Quaglieri (Presidente-Fratelli d’Italia), Francesco Taglieri Sclocchi (Vice-Presidente–M5S), Simone Angelosante (Segretario – Lega Salvini Abruzzo); per la Giunta per il Regolamento gli eletti sono: Lorenzo Sospiri (Presidente – Forza Italia), Silvio Paolucci (Vice-Presidente – PD), Sara Marcozzi (Segretario –M5S); per la Commissione di Vigilanza gli eletti sono: Pietro Smargiassi (Presidente – M5S), Antonietta La Porta (Vice-Presidente – Lega Salvini Abruzzo), Emanuele Marcovecchio (Segretario – Lega Salvini Abruzzo).

X