IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Attualità e Sport

A24-A25, falso allarme sulla messa in sicurezza: i fondi ci sono

A24-A25, rientra l'allarme sui fondi per la messa in sicurezza dei viadotti, previsti dal Decreto Genova. Le parole del Ministro Toninelli.

A24 e A25, allarme rientrato sui fondi a rischio per la messa in sicurezza.

Sembrava infatti che i fondi, previsti dal Decreto Genova, non fossero disponibili, secondo la pubblicazione di un atto da parte del Ministero dell’Economia e delle Finanze.

Si tratta dei 192 milioni di euro, fondi di Coesione e Sviluppo europei, destinati all’Abruzzo. I fondi, stanziati due anni fa, sarebbero dovuti arrivare nel corso della prossima annualità, il 2020, come annunciato dal quotidiano Il Centro. Era stato poi il Ministro Toninelli ad anticipare l’utilizzo di quelle risorse economiche per il 2019 e i conseguenti lavori sulle autostrade sarebbero dovuti partire già all’inizio dell’anno corrente.

È proprio il Ministero, ora, guidato da Tria – precisa ancora il Centro – a far sapere che quei fondi non sono compresi nel capitolo di spesa del decreto Genova e, per la precisione, sembra che 80 dei 192 milioni totali siano stati impiegati per coprire le spese di un altro intervento, ovvero la demolizione di quanto rimasto del ponte di Genova.

Questa mattina stessa è arrivata la comunicazione ufficiale del Ministero dei Trasporti, che ha rassicurato sullo stanziamento dei fondi. I 192 milioni di euro stanziati dal decreto Genova per la messa in sicurezza dei viadotti delle autostrade A24 e A25 «non sono messi in discussione e hanno copertura finanziaria, confermata dallo stesso Ministero dell’Economia e delle Finanze al tempo della stesura della legge». Lo afferma, proprio, il Ministero dei Trasporti in una nota.

«Quello su cui si sta lavorando – spiegano le stesse fonti – è invece un cavillo tecnico contabile sollevato dal Mef e in via di risoluzione. Le risorse per l’importante messa in sicurezza delle due infrastrutture che collegato Lazio e Abruzzo ci sono e non sono in discussione».

Lo stesso ministro Danilo Toninelli, nel corso del sopralluogo effettuato questa mattina stto il viadotto Macchia Maura, della A25, nel Comune di Bugnara, ha precisato: «I soldi per sistemare i viadotti della A24 e A25 ci sono. Me lo ha assicurato questa mattina il ministro Tria. Non ci sarà necessità di un ulteriore decreto».

«Ci hanno detto di aver creato allarmismo. Oggi i dati scientifici ci dicono che abbiamo fatto bene perché le carte che stanno al concessionario dicevano che i viadotti stavano molto meglio di quanto i rilievi stanno dicendo. Andiamo avanti con le verifiche di sicurezza per evitare altri crolli come quelli del ponte di Genova», ha concluso Toninelli.

 

X