IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio, Pierluigi Biondi, Luigi D'Eramo

L’Aquila, 10 nuovi posti auto in centro e area carico – scarico a via Verdi

10 nuovi posti auto e un'area carico - scarico per andare incontro alle esigenze di commercianti e residenti del centro storico. I dettagli

L’Aquila – 10 nuovi posti auto tra Piazza Palazzo e via Sallustio, di cui uno a servizio dei disabili, e un’area carico-scarico merci a via Verdi.

È questa la prima mossa resa nota dall’assessore alla Polizia Municipale Carla Mannetti per venire incontro alle esigenze di utenti e commercianti.

Più volte Il Capoluogo vi ha raccontato dei disagi patiti da commercianti e residenti relativi, soprattutto, alla carenza di parcheggi in centro. Dalle multe a raffica a Piazza Palazzo alla protesta della scorsa settimana dei commercianti del centro storico, quello dei posti auto è un tema fondamentale per la vivibilità della città.

I nuovi posti auto saranno istituiti in numero di cinque a piazza Palazzo (di cui uno a servizio dei disabili) e altrettanti a via Sallustio, tra le intersezioni con via Marrelli e via Patini.

“Continua l’operazione dell’amministrazione comunale finalizzata a razionalizzare la circolazione e la sosta nel centro storico – ha spiegato Mannetti – operazione che tiene conto della necessità di evitare il più possibile i parcheggi selvaggi, della circostanza che, fortunatamente, prosegue il rientro nelle proprie abitazioni dei residenti al termine delle operazioni di recupero delle loro case, del progredire dei lavori di ricostruzione e di realizzazione dei sottoservizi e delle esigenze manifestate dagli operatori economici”.

“Qualche tempo fa, proprio in seguito alle richieste dei commercianti, era stato istituito un divieto di sosta lungo parte di via Verdi – ha aggiunto l’assessore Mannetti – e, sempre dietro loro sollecitazione, ora andiamo a istituire sulla stessa strada un’area di carico e scarico merci. L’amministrazione comunale ha avuto, ha e avrà sempre capacità di ascolto nei confronti delle categorie produttive del centro storico, dando seguito alle loro richieste laddove possibile e contemperando queste esigenze con quelle dei cantieri e dei residenti”.

L’ordinanza è pubblicata qui

X