IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio, Pierluigi Biondi, Luigi D'Eramo

Vandali al Progetto Case di Sassa Scalo, alloggi saccheggiati e cocci in strada

Ancora degrado ed incuria nei Progetti CASE aquilani: oggi parliamo delle piastre abbandonate di Sassa Scalo, dove i nostri lettori ci segnalano atti di vandalismo e vere e proprie "zone franche" inavvicinabili di notte

Progetti Case in abbandono, i vandali devastano le piastre sgomberate di Sassa Scalo

Sono ormai anni che alcune piastre dei Progetti CASE dell’Aquila cominciano a versare in particolare stato di abbandono e degrado. Questa volta i lettori de IlCapoluogo.it segnalano le fatiscenti piastre di Sassa Scalo, in particolare quelle sgomberate a causa dei famosi “balconi pericolanti”.

Armeria Tomei

(nella foto, uno dei balconi pericolanti con un puntellamento “particolare”)

«Ogni notte – ci racconta Claudia, una ragazza aquilana che vive nel sito di Sassa Scalo – vengono a scaricare rifiuti, anche ingombranti, che rendono davvero spiacevole continuare a vivere qui. La sera non andiamo nemmeno più a camminare in quella zona del Progetto CASE dove hanno rubato di tutto dai garage, neon e cavi in rame, e dove gli alloggi delle piastre abbandonate sono stati saccheggiati e danneggiati dai vandali che hanno sfondato le porte e si sono divertiti a lanciare fuori le finestre tutti i piatti ed i cocci presenti negli appartamenti».

progetto case sassa

(nella foto, i cocci dei piatti lanciati in strada dai vandali)

«Abbiamo contattato anche gli operatori della redazione di Striscia la Notizia che si è detta interessata a venire a denunciare la situazione» ed il Comune dell’Aquila, che per il momento però sembra fare “orecchie da mercante“.

“Dillo al Capoluogo” è la rubrica in cui potete  raccontare tutto quello che non va attraverso il tradizionale indirizzo di posta elettronica:  ilcapoluogo@gmail.com oppure attraverso il servizio di messaggistica WhatsApp  (392 6758413) o ancora tramite la pagina Facebook -IL CAPOLUOGO D’ABRUZZO.

X