IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio, Pierluigi Biondi, Luigi D'Eramo

Amatrice, nel terzo inverno post sisma domina il silenzio foto

Nel terzo inverno dopo il sisma, la cittadina di Amatrice è ridotta in schegge e in miseri frammenti: domina il silenzio. Le immagini

di Camillo Berardi, figlio del borgo di Amatrice

Nel terzo inverno dopo il sisma, la cittadina di Amatrice è ridotta in schegge e in miseri frammenti e si configura un deserto immenso e agghiacciante, dominato da un silenzio spettrale.

Osservato di notte dall’alto, dall’Eremo della Croce, il centro storico del borgo appare come un buco nero abissale: una voragine che ha ingoiato tutto, il presente e il futuro, forse anche la speranza di rinascita.

Il video realizzato con le immagini dello scorso mese di febbraio 2019, mostra i frantumi di Amatrice, circondati dalle maestose montagne innevate.

La colonna sonora del video è “Matrix Pulcherrima” , scritta dal musicista Camillo Berardi e dalla poetessa Concetta Persico, figli di questo borgo

Chi resiste in questa cittadina e nelle sue numerose frazioni, abitando nelle SAE (Soluzioni Abitative di Emergenza), che a volte hanno mostrato segnali d’inadeguatezza, è profondamente legato al territorio nel quale è nato e cresciuto e spera nella rinascita del borgo distrutto e abbandonato.

Il sindaco vicario di Amatrice dice che i “detriti e le macerie bloccano la ricostruzione”, ma le attività di ripristino, non potevano essere iniziate nelle aree del borgo già liberate dalle macerie?

Non potevano essere sgombrate dai detriti piccole aree e avviare un progressivo processo di ricostruzione?

amatrice marzo 2019
amatrice marzo 2019

La rinascita di Amatrice per il momento è un sogno e il borgo, adesso, è una città invisibile, abbandonata e
dimenticata, nonostante si siano avvicendati tre Presidenti del Consiglio e tre Commissari Straordinari per la Ricostruzione.

X