L'Aquila News IlCapoluogo - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Attualità e Sport

Percorsi di gusto chiude, Marzia Buzzanca lascia L’Aquila

Marzia Buzzanca lascia l’Aquila per sempre. Percorsi di gusto chiude definitivamente il 30 aprile.

Percorsi di Gusto chiude ufficialmente il 30 Aprile.

Marzia Buzzanca lascia l’Aquila per sempre, ufficializzandolo il 17 aprile, durante un evento dell’amico Stefano Callegari a Roma.
Da un post pubblicato su Facebook traspare l’amarezza ma anche la determinazione dell’imprenditrice:

«Le parole sono pietre.

Chi usa le parole senza dargli un peso e non pensa alle conseguenze, non merita nemmeno di essere considerato/a.

Il mio prossimo obiettivo è la serenità e questo può accadere solo migliorando la qualità della vita.

La qualità della vita si può ottenere solo con un grande cambiamento.»

L’esperienza a L’Aquila

Gli inizi videro l’enoteca Vinalia in via Bafile per approdare a Percorsi di gusto in via Leosini.

Dopo il terremoto, la chef era andata a lavorare a Canazei al Wine & Dine come sommelier per 6 mesi.

Era poi rientrata a L’Aquila per riaprire la sua attività in Viale della Croce Rossa, 40 a L’Aquila.

Percosi di Gusto aveva riaperto nei nuovi locali a causa dei lavori di ristrutturazione del palazzo che ospitava la precedente sede in Via Leosini.

Il Sudtirolo aspetta

Buzzanca si trasferirà a Termeno (Bolzano), dove da giugno gestirà il ristorante di un’azienda vinicola.

Ma non risparmia, in un’intervista sul sito di Luciano Pignataro, qualche frecciatina alla classe politica locale.

“Dalla politica solo chiacchiere, è un modo chiuso, che si autoalimenta e che non si confronta con la vita reale in cui siamo tutti noi.”

E ha qualcosa da dire anche su L’Aquila:
“Penso che ormai sia una città finita, un po’ il simbolo di una Italia che vive di dichiarazioni senza risolvere i problemi. Anche le istituzioni, invece di aiutarti, ti intralciano con la burocrazia. Alla fine uno si deve rendere conto: ok, non vi servo a nulla, allora vado via.”

 

X