IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio, Pierluigi Biondi, Luigi D'Eramo

Quasi 200 anni fa la prima battaglia del Risorgimento Italiano

Il 9 marzo 2019 si svolgerà in Antrodoco il 198° anniversario della Prima Battaglia del Risorgimento. La battaglia si svolse nel 1821 presso Antrodoco. Sono passati quasi 200 anni.

198° Anniversario prima battaglia del Risorgimento Italiano

 
Il 9 marzo 2019 si svolgerà in Antrodoco il 198 anniversario della Prima Battaglia del Risorgimento svoltasi nel 1821 presso Antrodoco che ha coinvolto tutta la media Valle del Velino e le Gole di Antrodoco fino a L’Aquila.

La manifestazione, organizzata dal Comune di Antrodoco in collaborazione con le associazioni locali e i Comuni della media Valle del Velino, prevede per il 9 marzo 2019 una serie di iniziative tra le quali un convegno presso il Teatro S.Agostino di Antrodoco dalle ore 10.00 con la partecipazione di storici locali coordinato dall’Assessore alla Cultura del Comune dott. Luca Cipolloni.

Il tema del convegno e “Risorgimento e Tricolore: verso il Bicentenario della 1 battaglia del Risorgimento Italiano ( Antrodoco 9 marzo 1821-2021)”.

Nel corso del convegno verranno ricordati tra gli altri Ferdinando Mozzetti, tenente dei legionari di Antrodoco che presero parte alla battaglia.

antrodoco risorgimento

La stessa vide la partecipazione di numerosi patrioti provenienti da tutto il Regno di Napoli. Tra essi occorre ricordare lo scrittore abruzzese Gabriele Rossetti, costretto dopo la battaglia all’esilio in Inghilterra dove insieme al figlio Dante Gabriele diede vita alla corrente dei Preraffaelliti, Nicola Ricciotti, divenuto successivamente uno dei luogotenenti di Garibaldi che per riconoscenza mise ad uno dei figli il nome Ricciotti .

Inoltre tra i caduti della battaglia e da ricordare il Colonnello Nicola Mascioletti, effettivo dell’esercito napoletano e originario di Antrodoco, che morì accerchiato dalle truppe austriache provenienti dal Cicolano nei pressi del santuario della Madonna delle Grotte.

Alla battaglia non pote partecipare Massimo D’Azeglio in quanto l’esercito insurrezionalista napoletano non accettò miliziani al di fuori del Regno di Napoli, mentre anche Ugo Foscolo ricorderà la battaglia in una sua raccolta di opere.

La battaglia si svolse tra il 7 e 9 marzo 1821 e vide schierati circa ottantamila uomini di cui trentamila napoletani e cinquantamila austriaci schierati tra il colle di Lesta presso Rieti e l’abitato di Antrodoco e le omonime gole, con le retrovie che arrivavano fino alla città dell’Aquila.

L’obiettivo delle truppe costituzionaliste del Gen. Guglielmo Pepe era quello della difesa del centro di Antrodoco e delle Gole ritenute da sempre le Porte del Regno di Napoli.

Il Generale austriaco Von Frimont , vincitore degli scontri fu nominato principe di Antrodoco dal Re di Napoli. L’esercito austriaco a ricordo dell’evento formo il 9 Reggimento Ussari “Furst Von Antrodoco” che opero in varie campagne d’armi soprattutto nel nord Italia ed in Croazia.

Le manifestazioni per il 198 Anniversario della prima Battaglia del Risorgimento Italiano prevedono anche una mostra filatelica sul tema con la partecipazione di numerosi collezionisti a cura dei Lions Club Antrodoco Velina Gens, per l’occasione verrà pubblicata una cartolina a tiratura limitata, a cura dei Kiwanis Club Antrodoco.

La ricorrenza di questo anno sara propedeutica alle celebrazioni del 200 anniversario previsto per il 2021 e per il quale l’Amministrazione Comunale intende organizzare una manifestazione di carattere nazionale.

X