IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio, Pierluigi Biondi, Luigi D'Eramo

Vigili del Fuoco alla Rossi, 12 milioni e 4 anni per avere la nuova caserma

12 milioni e 4 anni dalla messa a disposizione dell'area per la nuova caserma dei Vigili del Fuoco nella "Rossi". Sì al nuovo progetto: ecco perché

12 milioni e 4 anni dalla messa a disposizione dell’area per la nuova struttura dei Vigili del Fuoco, localizzata nella caserma “Rossi”.

L’analisi costi benefici commissionata dal Governo svela perchè il vecchio progetto, redatto nel 2009, è stato bocciato a favore del trasferimento di tutta la struttura nei locali della Rossi.

 

Nel rapporto redatto dalla commissione – composta da Antonio Angelo Porcu, direttore regionale; dai dirigenti superiori Stefano Marsella e Domenico De Bartolomeo e dal primo dirigente Daniele Centi –  e svelato da Il Centro in edicola questa mattina, si parte dal primo progetto di ricostruzione della porzione demolita del Comando, elaborato nel 2009.

Da allora, si legge nel documento, “indubbiamente il Comando ha avuto un notevole sviluppo di alcune attività di alta specializzazione” che hanno reso necessario un aumento di spazi: al momento sono infatti occupati da attività dei Vigili del Fuoco anche una parte dell’area Map limitrofa agli uffici, con la richiesta all’Esercito della disponibilità di un capannone di 1.500 metri quadrati nella caserma Rossi.

Proprio per una questione di spazi, il vecchio progetto che voleva la Caserma dei Vigili del Fuoco dov’era non può più essere portato a termine.

“Presenta importanti limiti dal punto di vista della fruibilità e della dimensione degli spazi, che non risultano sicuramente sufficienti in relazione alle nuove esigenze, nonché altre criticità”. Si va dal parco mezzi del Comando ai laboratori e magazzini, come anche per i problemi legati ai piani interrati per il ricovero dei mezzi pesanti e la viabilità di uscita dei mezzi in emergenza ritenuta inadeguata.

Vigili del Fuoco, ecco perchè il sì alla Rossi

Due le ipotesi esaminate dalla Commissione: l’ampliamento degli spazi dell’attuale Comando – giudicata però negativamente – e quella di trasferimento alla caserma Rossi, che “potrebbe essere senza dubbio una delle soluzioni migliori” principalmente per la viabilità definita adeguata, e che consentirebbe ingressi e uscite dei mezzi di soccorso in sicurezza.

Per le esigenze del Comando servirebbe un’area di circa 20mila/22mila metri quadrati, tenendo conto che occorrerà realizzare anche adeguati spazi per il ricovero e la gestione dei mezzi

La stima dei costi è di circa 12 milioni. Tempi di realizzazione: quattro anni a partire dall’entrata in possesso dell’area e anche della dotazione economica, capitolo sul quale il Governo probabilmente dovrà mettere mano.

Non vi sono certezze peraltro su quando verrà messa a disposizione l’area, che è oggetto di un intesa tra il Comune ed il Demanio

La notizia della scelta della ex caserma Rossi per ospitare i Vigili del Fuoco aquilani era arrivata in piena campagna elettorale, dalle parole del vicepremier Matteo Salvini.

stefano candiani vigili del fuoco
stefano candiani vigili del fuoco

A lui aveva fatto poi eco il sottosegretario all’Interno Stefano Candiani, in visita poche ore dopo ai pompieri dell’Aquila e che aveva comunicato che a stretto giro sarebbe stata resa nota la valutazione costi benefici sulla costruzione della nuova struttura.

X