IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio, Pierluigi Biondi, Luigi D'Eramo

ASM, lettera di minacce di morte al responsabile del Servizio Macerie e Igiene Urbana

Lettera di minacce di morte al responsabile del Servizio Macerie e Igiene Urbana. Presentato esposto alla Questura. Gli inquirenti hanno sequestrato la lettera e sono al lavoro per analizzarla.

ASM, lettera di minacce di morte al responsabile del Servizio Macerie e Igiene Urbana.

 
Lettera di minacce di morte al responsabile del Servizio Macerie e Igiene Urbana dell’ASM, Fabio Ianni.

La nota, contenuta in un plico, è stata spedita e recapitata a mezzo posta direttamente al responsabile che ha provveduto immediatamente a presentare un esposto in Questura.

Il contenuto della lettera non lascia adito a dubbi: poche righe contenenti una chiara minaccia di morte indirizzata al dirigente della Municipalizzata “Fabio Ianni deve fare la stessa fine” e un ritaglio di giornale a corredo della minaccia e a titolo esemplificativo della stessa.

L’articolo di giornale contenuto nel plico è infatti un articolo di dicembre che riporta l’omicidio di Marcello Bruzzese.

Secondo l’anonimo mittente, Ianni avrebbe dovuto fare la stessa fine.

La minaccia è grave perché Bruzzese, fu ucciso a sangue freddo a Pesaro, il giorno di Natale, a 51 anni.

All’epoca si disse che l’ordine di uccidere Bruzzese, fratello del pentito Girolamo, partì dalla Calabria: lo dichiarò il sindaco di Rizziconi al TG1.
 

Le dichiarazioni del destinatario

 
«Potrebbe trattarsi di soggetti esterni, sconosciuti o di persone vicine – commenta il destinatario della minaccia, il responsabile Iannio forse si tratta di altro: in fondo solo soggetti invidiosi, cattivi e con problemi psicologici potrebbero aver compiuto un gesto del genere.»
«Comunque io sono sereno e vado per la mia strada e ai pessimi soggetti in questione auguro tutto il bene, ricordandogli che i problemi si affrontano a viso aperto.»

 

Le indagini

 
Dopo l’esposto la lettera è stata sequestrata e le indagini in corso hanno preso una piega ben definita.

Attualmente sono in corso le analisi delle impronte per risalire al mittente e gli inquirenti non escludono di poter avere presto elementi rilevanti per chiudere il caso.

In attesa degli sviluppi della vicenda e con la certezza che gli inquirenti sapranno risalire all’autore della missiva minatoria, la redazione de IlCapoluogo esprime la massima solidarietà al responsabile del Servizio Macerie e Igiene Urbana dell’ASM, Fabio Ianni.

X