IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio, Pierluigi Biondi, Luigi D'Eramo

ATER L’Aquila, per il Sindaco Biondi la nomina del nuovo DG è una scorretta forzatura

Nominato il Direttore Generale dell'Ater, il Sindaco dell'Aquila Pierluigi Biondi accusa il commissario Pappalepore di aver operato senza il giusto rispetto istituzionale. Per il primo cittadino il commissario Ater avrebbe dovuto attendere l'insediamento del nuovo Governo regionale di centrodestra prima di procedere alla nomina

ATER, Pierluigi Biondi: “Nominato il nuovo direttore generale, una forzatura che espone l’azienda a contenziosi”

Non si placa la polemica tra Comune e ATER, con il Sindaco dell’Aquila Pierluigi Biondi che accusa il commissario dell’Azienda Territoriale per l’Edilizia Residenziale (ATER), Gianvito Pappalepore, di aver provveduto a nominare il nuovo Direttore Generale con una forzatura istituzionale, scorretta nei confronti del naturale spoils-sistem che il centro-destra attende in attesa del cambio di Governo al timone della Regione Abruzzo.

«Nonostante la richiesta di sospensione già formulata nei giorni scorsi per evidente ‘inopportunità’, il commissario dell’Azienda territoriale per l’edilizia residenziale dell’Aquila, Gianvito Pappalepore, ha proceduto a nominare il nuovo direttore generale». scrive in una nota il sindaco dell’Aquila, Pierluigi Biondi, alla luce della risultanza della selezione indetta il 14 gennaio, con scadenza il 9 febbraio, a ridosso delle consultazioni regionali e in contrasto con statuto e normativa vigente. «Incurante delle osservazioni formulate dal revisore legale dell’Azienda, che aveva diffidato al ritiro dell’avviso pubblico solo il 5 febbraio, e avvalendosi del parere favorevole di un legale esterno all’Ater, giunto ‘tempestivamente’ il 6 febbraio, il Commissario ha ugualmente proceduto. In due mesi, come peraltro riportato nella delibera per la nomina, l’azienda non è riuscita a verificare l’insussistenza di cause di incompatibilità dei sub commissari, nominati a dicembre dalla Regione, ma in ventiquattr’ore è riuscita ad ottenere una determinazione giuridica da un avvocato. – sottolinea il primo cittadino – Una solerzia, quella dell’Ater, che stride con lo stallo che riguarda la ricostruzione degli alloggi Erp o le risposte che il Comune attende da mesi su questioni cruciali come il futuro di Porta Leoni o dell’immobile situato sotto Ponte Belvedere. L’operazione, portata a termine proprio nei giorni in cui la Regione sta affrontando la fase di transizione legata al cambio di governo, ha avuto il solo obiettivo di garantire rendite di posizione – sottolinea il sindaco – Pappalepore, che avrebbe dovuto attendere l’insediamento della nuova maggioranza, come egli stesso ha dichiarato, ha preferito forzare la mano nominando il nuovo direttore per i prossimi due anni. Il provvedimento espone l’azienda al rischio di lunghi e costosi contenziosi giudiziari e testimonia, ancora una volta, come l’attaccamento alle poltrone per alcuni personaggi sia preminente rispetto alle regole e alla correttezza istituzionale» conclude Biondi.

X