IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio, Pierluigi Biondi, Luigi D'Eramo

Resistenza, incontro al D’Aosta tra Nando Tagliacozzo e gli studenti

Incontro al d’Aosta tra Nando Tagliacozzo, reduce del rastrellamento di Roma del 1943 e studenti. L’evento è stato curato dai docenti Pina Corazza, Giuliana Pica Alfieri, Roberto Gianfelice. Sono intervenuti: la dirigente Maria Chiara Marola, Alessandro Vaccarelli dell’Università degli studi dell’Aquila, alcuni studenti dell’IIS Amedeo d’Aosta.

Incontro al d’Aosta tra Nando Tagliacozzo, reduce del rastrellamento di Roma del 1943 e studenti.

 

Sabato 16 febbraio l’IIS Amedeo d’Aosta ha ospitato l’ing. Nando Tagliacozzo, sopravvissuto al rastrellamento di Roma del 16 ottobre 1943 per un incontro-dibattito con studenti e docenti che hanno aderito al progetto didattico “La memoria e il viaggio” (Istituto Abruzzese per la Storia della Resistenza e dell’Italia Contemporanea con il patrocinio della Presidenza del Consiglio Regionale e in collaborazione con l’Associazione Professionale Proteo Fare Sapere).

L’evento è stato curato dai docenti Pina Corazza, Giuliana Pica Alfieri, Roberto Gianfelice.

NANDO TAGLIACOZZO ALL'IIS D'AOSTA

Sono intervenuti: la dirigente scolastica Maria Chiara Marola, Alessandro Vaccarelli dell’Università degli studi dell’Aquila, alcuni studenti dell’IIS Amedeo d’Aosta.

Nando Tagliacozzo è nato nel 1938: sua madre, insegnante, fu estromessa dall’insegnamento in quanto ebrea.

NANDO TAGLIACOZZO ALL'IIS D'AOSTA

Il 16 ottobre 1943 durante il rastrellamento furono prese sua nonna e sua sorella; successivamente suo padre fu catturato a causa di una spiata ad opera di un delatore.

Un evento, quello di sabato 16 febbraio, che ha permesso agli studenti di relazionarsi con uno degli ultimi
sopravvissuti al rastrellamento, esperienza preziosa sotto il profilo umano e storico.

X