IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio, Pierluigi Biondi, Luigi D'Eramo

Influenza, sempre più gli abruzzesi a letto

Brusco aumento dei casi di influenza: solo nella scorsa settimana, il virus ha costretto a letto 725mila italiani. Abruzzo fra le regioni più colpite

“Ancora un brusco aumento” dei casi di influenza: solo nella scorsa settimana, il virus ha costretto a letto 725mila italiani e ben 3,6 milioni da inizio stagione.

Ad aggiornare i dati, il bollettino settimanale di sorveglianza epidemiologica Influnet, a cura dell’istituto superiore di sanità (Iss), in cui si sottolinea che “ci si avvicina al picco epidemico stagionale”.

Nella quarta settimana del 2019, il livello di incidenza, in Italia, è stato pari a circa 12 casi ogni mille assistiti, soprattutto nella fascia di età pediatrica: sotto i cinque anni, infatti, l’incidenza è passata da 28 a 37 casi per mille assistiti nell’ultima settimana.

In Abruzzo l’influenza quest’anno ha colpito particolarmente duro: è una delle regioni con maggiori casi, insieme alla Provincia Autonoma di Trento, ad Umbria, Marche, Campania e Calabria.

La sorveglianza sentinella della sindrome influenzale InfluNet è coordinata dall’Istituto Superiore di Sanità (ISS) con il sostegno del Ministero della Salute. La rete si avvale del contributo dei medici di medicina generale e pediatri di libera scelta, dei referenti presso le Asl e le Regioni.

L’obiettivo è descrivere i casi di sindrome influenzale, stimarne l’incidenza settimanale durante la stagione invernale, in modo da determinare l’inizio, la durata e l’intensità dell’epidemia.

Il sistema di sorveglianza comprende i medici e i pediatri sentinella di tutte le regioni italiane.

X