IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio, Pierluigi Biondi, Luigi D'Eramo

Sport

Bronzo per l’aquilana Luciani ai Campionati Italiani di Pattinaggio

Medaglia di Bronzo per Chiara Luciani ai Campionati Italiani Indoor di Pattinaggio su Pista: gara di cuore e coraggio per l'atleta aquilana

Medaglia di Bronzo per l’atleta aquilana Chiara Luciani ai Campionati Italiani Indoor di Pattinaggio su Pista

Una gara condotta col cuore quella di Chiara Luciani che, nonostante non fosse in ottima forma, ha conquistato un meritatissimo bronzo al termine di una fuga coraggiosa

Si è tenuto nel fine settimana appena trascorso, a Pescara, il Campionato Italiano Indoor di Pattinaggio Velocità su Pista.

Nella splendida cornice del pattinodromo pescarese, il miglior impianto italiano al coperto nell’ambito del pattinaggio su pista, per tre giorni si sono dati battaglia circa 540 atleti provenienti da tutta l’Italia.

Alla competizione ha partecipato, anche se non nel pieno della forma, la pattinatrice aquilana doc Chiara Luciani che gareggia nella categoria Senior per i colori della squadra “Rolling D. Bosica”.

Essendo indietro nella preparazione annuale non c’era alcuna aspettativa di successo, quindi la mente dell’atleta era sgombra da tensioni, libera di godere a pieno della gioia e dell’energia generate dall’agonismo delle gare.

Chiara è una fondista e la sua gara più importante sarebbe stata la 5000 metri a punti. Dopo un avvio al fulmicotone le atlete di punta cercavano tutte di mantenersi nella testa della corsa guidando il gruppo a velocità sostenuta.

Poi è arrivato il gesto di coraggiotre atlete hanno tentato la fuga, sono uscite dal gruppo al doppio della velocità ed hanno guadagnato una cinquantina di metri.

Nel gruppo delle fuggitive c’era anche Chiara: non sapeva se avrebbe avuto l’energia necessaria per reggere la fuga fino alla fine ma non ha saputo resistere e coraggiosamente si è gettata, tentando l’impresa.

I giri passavano e le fuggitive continuavano a mantenere lontano il gruppo guadagnando punti su punti.

A meno otto giri dal termine la stanchezza era evidente sul volto di Chiara ed è stato quello il momento in cui ha mostrato tutto il suo cuore andando oltre le sue possibilità, completando la fuga e conquistando un meritatissimo terzo posto con medaglia di bronzo.

X