IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio, Pierluigi Biondi, Luigi D'Eramo

Legnini presenta il programma elettorale, da L’Aquila si riparte

Al Ridotto del Teatro Comunale la presentazione del programma elettorale di Giovanni Legnini, che sottolinea: da L'Aquila si riparte.

Giovanni Legnini ha scelto L’Aquila, il Ridotto del Teatro Comunale, per la presentazione ufficiale del programma elettorale.

Sul palco, accanto al candidato presidente, sono sfilate le storie e le testimonianze di candidati e sostenitori dell’aspirante presidente del centrosinistra Legnini.

Ad aprire l’incontro, il presidente attuale Giovanni Lolli, subentrato al neo parlamentare Luciano D’Alfonso: “Una cosa chiedo: il rispetto degli abruzzesi”, dice Lolli, rivendicando gli sforzi e i no detti negli ultimi tempi, dai rifiuti dalla Capitale al braccio di ferro con Strada dei Parchi. “Se so che ci sarai tu ad affrontare i drammi che sto affrontando giorno per giorno io in Regione, sono più tranquillo”.

legnini

Si alternano ex amministratori, professionisti, imprenditori come Peppe Ranalli; “donne e uomini che hanno deciso di scommettere sul futuro della nostra Regione”, dice Legnini. Anche alcuni, come Mauro Di Dalmazio, ex assessore della Giunta Chiodi che in passato non hanno fatto parte del centrosinista

Vorremmo che la competizione elettorale si svolgesse su obiettivi, propositi e ambizioni per il futuro dell’Abruzzo. “Serve l’orchestra con i musicisti che interpretino il testo. Serve il direttore d’orchestra: ecco perché sono soddisfatto,orgoglioso dei candidati che aspirano al consiglio regionale”.

“Occorre sanare le ferite inferte alla nostra Regione e ai nostri territori. Da L’Aquila si riparte: L’Aquila e il cratere, il nuovo cratere hanno bisogno di accelerare e completare le ricostruzioni. Occorre rilanciare l’idea di città della conoscenza”.

“Vogliamo una Regione ambiziosa, che vola alto per risolvere i propri problemi. Un Abruzzo che vuole – con lavoro, passione, trasparenza e onestà, soprattutto onestà – guardare al futuro e parlare ai propri giovani, agli anziani, alle imprese, agli operatori turistici, ai formatori. Una Regione che può parlare al futuro.”

Qui il programma in sintesi presentato oggi

X