IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio, Pierluigi Biondi, Luigi D'Eramo

Fondi per asili e scuole dell’infanzia, a breve il bando per le richieste

Fondi per asili nido pubblici e privati fino a €10.000 a progetto, il Comune dell'Aquila è primo in Regione, la soddisfazione dell'Assessore Bignotti

Fondi per asili e scuole dell’infanzia, l’assessore Bignotti: “Siamo tra i primi in Regione a varare un programma per questo sostegno all’infanzia”

Nelle prossime settimane il settore Politiche per il benessere della persona del Comune dell’Aquila pubblicherà un avviso per l’assegnazione di fondi ad asili nido pubblici e privati, alle sezioni primavera e alle scuole dell’infanzia pubbliche e private. Lo ha reso noto l’assessore alle Politiche educative e scolastiche, Francesco Bignotti.

«La Giunta comunale – ha spiegato Bignotti – ha approvato gli indirizzi di programmazione degli interventi per la ripartizione delle somme a valere sul finanziamento statale previsto dalla normativa che ha istituito il Fondo nazionale per il sistema integrato di educazione ed istruzione. Quello dell’amministrazione comunale dell’Aquila è uno dei primi provvedimenti che vengono adottati a livello regionale con dei criteri specifici che la Giunta ha varato e che andranno a qualificare il sistema dell’offerta formativa rivolta alle famiglie aquilane, sia per quelle che scelgono il sistema di istruzione pubblico che per quelle che optano per il privato». L’assessore Bignotti ha inoltre specificato che «si tratta di fondi che il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca ha ripartito sulla base del numero di iscritti, della popolazione di età compresa tra 0 e 6 anni e di eventuali esigenze di riequilibrio territoriale, nonché dei bisogni effettivi dei territori. Gli asset di intervento – ha aggiunto Bignotti – sono riconducibili alle tipologie previste nel Piano di Azione Nazionale Pluriennale di cui alla Delibera del Consiglio dei Ministri dell’11 dicembre 2017 e si snodano attraverso due filoni principali. Il primo riguarda le spese di gestione dei servizi educativi, cui è stato dedicato nella delibera di Giunta un budget complessivo di € 120.000,00, e per il quale è stata predisposta dagli uffici del Diritto allo Studio un’apposita scheda di progetto, volta ad agevolare la presentazione di progetti da parte degli interessati. Per il secondo filone è stato invece previsto, sempre dall’amministrazione comunale, un budget complessivo di € 80.000,00 e attiene invece alla formazione continua del personale educativo e docente. Quest’ultima azione costituisce un obiettivo consolidato nel tempo; la preparazione del personale è una delle condizioni che maggiormente influenzano il livello della qualità del servizio offerto agli utenti».

Fondi per asili nido, le strutture dovranno inviare le proposte progettuali

A seguito della pubblicazione del bando da parte del Comune, le strutture pubbliche e private interessate dovranno inviare all’Ente una proposta progettuale che dovrà essere orientata alla messa a punto di interventi innovativi «volti – ha osservato l’assessore Bignotti – a sostenere azioni di incremento di flessibilità organizzativa, di coinvolgimento delle famiglie, nonché azioni di progettazione educativa e di sostegno organizzativo. Per ciascun progetto si è fissato, quale budget massimo riconoscibile, l’importo di € 10.000,00. La ripartizione delle risorse disponibili per le finalità descritte avverrà nella misura del 50% per gli asili pubblici e privati 0-3 anni e per il restante 50% per le sezioni Primavera e le scuole dell’Infanzia, anche in questo caso sia pubbliche che private. Gli importi riconosciuti a ciascun proponente – ha concluso Bignotti – verranno erogati a rendicontazione delle somme assegnate, dietro verifica della coerenza delle spese oggetto di rendicontazione con quelle ammissibili e a seguito anche del monitoraggio delle azioni condotte».

X