IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Attualità e Sport

Regionali, Di Matteo ricuce con il centrosinistra e appoggia Legnini

Donato Di Matteo ufficializza l'appoggio a Legnini: "Stimo Marsilio, ma non percorribile il percorso con il centrodestra".

Donato Di Matteo conferma l’appoggio a Giovanni Legnini presidente.

Conferenza stampa per Donato Di Matteo che, dopo la rottura con Luciano D’Alfonso, conferma l’appoggio alla coalizione di centrosinistra per Giovanni Legnini presidente.

Come spiega l’Ansa, Di Matteo ha ricordato il suo “percorso tumultuoso” nell’amministrazione regionale guidata da Luciano D’Alfonso, perché “dal primo giorno non ho condiviso alcune attività. “L’amministratore regionale – ha sottolineato – deve cambiare la qualità delle norme che regolano la vita degli abruzzesi. In questi anni non si è andati in questo senso, ma è stato fatto tutt’altro. Legnini rappresenta la discontinuità”.

Nel corso della conferenza Di Matteo ha ricordato alcune sue leggi “che riguardavano aspetti importanti della vita dei cittadini e che sono rimaste ferme nei cassetti” ed ha illustrato le sue priorità, a partire dal lavoro e dalla sanità, con la riorganizzazione della rete ospedaliera che “doveva essere secondaria ad una grande operazione di rafforzamento dei servizi sul territorio e nei distretti”, perché “dobbiamo andare in casa delle persone a portare la sanità”.

Poi un riferimento alle voci secondo cui nelle scorse settimane Di Matteo si era avvicinato al centrodestra: “È stato scritto che avrei incontrato una persona che neanche conoscevo, un certo D’Eramo. Quando mai lo avrei incontrato? – ha detto – Ho incontrato alcune persone del centrodestra, tra cui Marsilio, persona di qualità. Ma loro non esprimono un progetto percorribile”.

Dal canto suo, Legnini si è definito “contento” perché “Di Matteo ha un modo di concepire la politica che lo ha sempre contraddistinto: passione, competenza, estrazione e vocazione popolare”. Per il candidato governatore c’è intesa sull'”impostazione del metodo di governo e sul progetto di governo: mi ispirerò ai principi di responsabilità, inclusività e collegialità”, ha detto. “Sotto il profilo programmatico – ha aggiunto – dobbiamo recuperare la forza e l’autorevolezza dell’istituzione regionale quale organo legislativo come prevede la nostra Costituzione”. C’è poi la volontà comune di “invertire la prospettiva per quanto riguarda l’esercizio delle funzioni di governo, con l’obiettivo di porsi dal punto di vista del cittadino. C’è una sintonia non casuale che viene da una condivisione molto ampia – ha concluso Legnini – La lista Abruzzo Insieme costituisce un tassello fondamentale del nostro progetto”.

X