IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio, Pierluigi Biondi, Luigi D'Eramo

Gran Sasso, la stagione sciistica parte a Natale

Occhi puntati sulla nuova stagione invernale. L'intervista al direttore della Scuola di Sci di Assergi.

Mentre la webcam del rifugio Duca degli Abruzzi ci regala immagini mozzafiato, le verifiche dell’Ufficio speciale trasporti impianti fissi, più semplicemente Ustif, sulle seggiovie Fontari e Scindarella volgono al termine con esito positivo.

Tutto sembra volgere al meglio, quindi non resta che attendere che il manto nevoso raggiunga un’altezza sufficiente. Manca solo un’abbondante nevicata per accedere i motori della stagione invernale di Campo Imperatore.

Dal 10 in poi ci dovrebbe essere un’irruzione fredda, l’obiettivo apertura impianti slitta a Natale” – dichiara al Capoluogo il direttore della Scuola di Sci di Assergi, Luigi Faccia.

Si punta molto su questa stagione sciistica, dopo quella “frettolosa” e sofferta dello scorso anno, durata solo poche settimane a causa di vari fattori, primo tra tutti i lavori sul nuovo impianto di risalita.

E se quello dell’anno scorso è stato solo un assaggio, le Fontari questa volta viaggeranno a pieno ritmo.

Stagionali al minimo

Resta il neo delle stagionali: vendite al minimo, anzi la stragrande maggioranza di quelle acquistate è solo una riconferma degli abbonamenti rimasti inutilizzati lo scorso anno.

Le scuole snobbano Campo Imperatore

Nulla è cambiato sul fronte scuole e corsi di sci. Gli istituti del comprensorio snobbano da anni Campo Imperatore. Anche di questo abbiamo parlato con il direttore Faccia: “I corsi di sci per gli studenti sono partiti proprio con la nostra Scuola, ma sono anni che non riceviamo adesioni, ma nemmeno motivazioni da parte dei presidi degli Istituti. Paghiamo lo scotto dell’assenza dei servizi, questo lo sappiamo”.

Il “cantiere” del Gran Sasso

Intanto, il Centro turistico del Gran Sasso sta lavorando per rendere fruibili altre strutture ricettive in quota, dove attualmente è aperto solo l’Ostello Lo Zio Campo Imperatore: è stato pubblicato il bando per la gestione del rifugio di Montecristo, che era stato lasciato in abbandono diventando preda dei vandali.

A dirlo è Dino Pignatelli, amministratore unico del Centro turistico del Gran Sasso. “Abbiamo aperto il bando per il rifugio di Montecristo. Per quanto riguarda l’Hotel Cristallo, la vecchia stazione della funivia, molto bello, stiamo cercando di aprire e speriamo, dopo aver superato alcuni problemi burocratici, di aprire entro la fine dell’anno. C’è poi l’Hotel Sole di Campo Imperatore: probabilmente già a primavera partiremo con la ristrutturazione completa. Una struttura molto importante anche dal punto di vista storico”.

X