IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio, Pierluigi Biondi, Luigi D'Eramo

Liris FdI, un matrimonio che non s’ha da fare

Martino blinda Liris: "Nessun passaggio a FdI, solo pettegolezzi. C'è accordo nazionale che impedisce cambi di casacca in corsa".

Martino bolla come «pettegolezzi» le indiscrezioni su un passaggio del vicesindaco Guido Liris a Fratelli d’Italia, in vista delle prossime regionali e cita l’accordo nazionale.

Nell’ambito della conferenza stampa di Forza Italia, convocata per lanciare le novità legate al tesseramento anche tramite app e ai congressi che per la prima volta eleggeranno i segretari, che non verranno più nominati da Berlusconi, l’onorevole Martino, commissario per L’Aquila, ha parlato anche della vicenda legata al vicesindaco Guido Liris: «Con Guido ci sentiamo costantemente e le voci che lo vorrebbero a breve in Fratelli d’Italia sono semplici pettegolezzi. D’altra parte c’è un documento firmato da Berlusconi, Meloni e Salvini che regola eventuali passaggi. Nessuno è incatenato al partito, ma è chiaro che si richiede una certa “educazione” nella gestione dei rapporti, quindi nell’imminenza delle elezioni non è possibile fare cambi di casacca. Certamente non sarà messo in discussione questo accordo».

Per il resto, Martino ha spiegato che le liste per le prossime regionali sono in fase di definizione e dovrebbero essere pronte a ridosso di Natale. Sul ruolo del vicesindaco e degli altri esponenti di spicco del partito, Martito ha sottolineato come sia Liris che gli altri sono a disposizione del partito, non solo per le regionali, ma anche per altre eventuali competizioni elettorali, compresa quelle per le amministrative, in caso il 6 dicembre venisse confermata l’anatra zoppa. In quel caso per Liris potrebbe configurarsi la candidatura a sindaco.

Insomma, per Martino la squadra di Forza Italia è compatta e non ci saranno defezioni. Anche perché c’è un documento firmato a livello nazionale che sostanzialmente impedisce cambi di casacca in corsa a ridosso delle elezioni. «Non credo che per L’Aquila si metta in crisi un accordo nazionale».

X