IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio, Pierluigi Biondi, Luigi D'Eramo

Elettrodotto Terna, Liris ‘vicini al risultato’

Interramento elettrodotto Terna, Liris: “Vicinissimi al risultato. Ecco i tempi” Il 12 novembre scorso il Ministero per lo Sviluppo Economico ha finalmente dato inizio alla procedura semplificata per l'interramento dell'elettrodotto Terna Torrione-Pettino.

Interramento elettrodotto Terna, Liris: “Vicinissimi al risultato. Ecco i tempi”

«Il 12 novembre scorso il Ministero per lo Sviluppo Economico ha finalmente dato inizio alla procedura semplificata per l’interramento dell’elettrodotto Terna Torrione-Pettino

È quanto ha dichiarato il vicesindaco dell’Aquila e titolare della delega alle Opere Pubbliche Guido Quintino Liris.

«Il grande lavoro di questi mesi – ha proseguito Liris – vede la concretizzazione proprio in questi giorni. La procedura avviata scadrà il 18 gennaio 2019. A inizio 2018 avevo, infatti, richiesto un incontro urgente a Terna, che già nella prima riunione del 23 marzo scorso, aveva mostrato grande disponibilità, proponendo un’ipotesi di progetto per l’interramento dei cavi da realizzare a proprio carico e facendo, di lì a poco, richiesta di autorizzazione al Ministero dello Sviluppo economico per l’interramento dell’elettrodotto a 150 kV ‘Pettino-Torrione’ nel Comune dell’Aquila. Nello specifico, il Mise lo scorso 12 novembre, ha avviato il procedimento amministrativo, indicendo una conferenza di servizi semplificata per informare della richiesta di Terna tutti i soggetti coinvolti a vario titolo, chiedendo loro di visionare il progetto e dando un cronoprogramma serrato.»

«Entro quindici giorni dalla comunicazione di avvio del procedimento gli enti interessati potranno chiedere eventuali integrazioni documentali e chiarimenti – ha proseguito Liris – e avranno 75 giorni dalla comunicazione di avvio del procedimento per esprimere le proprie determinazioni relative al progetto, formulate in termini di dissenso o assenso.»

«La mancata comunicazione del riscontro da parte degli enti equivarrà ad assenso senza condizioni. Allo scadere di questi 75 giorni il Ministero potrà prendere una decisione oppure convocare una conferenza, con la partecipazione dei rappresentanti di tutti i soggetti interessati, da tenere il 18 gennaio 2019. Un iter per la risoluzione del problema che, ora, corre veloce sui tempi dettati dai principali enti coinvolti, ossia Comune dell’Aquila, Ministero dello Sviluppo economico, Ministero dell’Ambiente e Terna, e che, al momento della sua conclusione avrà grande riscontro sul territorio cittadino, sia per il suo impatto paesaggistico che in termini di riduzione dell’inquinamento elettrostatico. A migliorare sarà la qualità della vita di tutti gli aquilani, anche di coloro che non vivono direttamente nelle aree di città coinvolte dalla linea Torrione-Pettino. Si tratta, infatti, – ha concluso Liris – di un’opera che renderà L’Aquila, ancora una volta, all’avanguardia nell’ambito delle infrastrutture e della trasmissione dell’energia elettrica, potenziando il servizio reso alla città dal punto di vista dell’affidabilità e della sicurezza.»

X