IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio, Pierluigi Biondi, Luigi D'Eramo

Truffa del pacco, allarme in Valle Subequana

Truffa del pacco e del finto corriere: diverse le segnalazioni dalla Valle Subequana. Estorti centinaia di euro con l'inganno

di Eleonora Falci

Truffa del pacco e del finto corriere: diverse le segnalazioni anche alla redazione de Il Capoluogo dalla Valle Subequana.

Anziani vittime della truffa del pacco nella provincia aquilana: estorti centinaia di euro con l’inganno.

Nei giorni scorsi si sono registrati diversi casi, in particolare a Secinaro, Castelvecchio Subequo ed Acciano: motivi per i quali è alta l’attenzione da parte delle forze di Polizia.

In pratica in queste truffe c’è un finto corriere che telefona ai malcapitati – spesso persone anziane e sole in casa – dicendo che il nipote o il figlio, chiamandoli col loro vero nome di battesimo, hanno effettuato degli acquisti online e che il pacco arriverà a casa con una spesa di diverse centinaia di euro. Si tratta di cifre parecchio alte, dai 600 agli 800 euro.

Qualora non venisse pagato, i truffatori avvertono che ci sarà una ulteriore penale da pagare per i destinatari del pacco: a quel punto gli anziani si offrono di pagare e la truffa è servita.

Il consiglio è sempre lo stesso: diffidare delle telefonate di chi non si conosce e chiede soldi e chiamare tempestivamente le forze dell’ordine.

“Dillo al Capoluogo” è la rubrica in cui potete  raccontare tutto quello che non va attraverso il tradizionale indirizzo di posta elettronica: ilcapoluogo@gmail.com oppure attraverso il servizio di messaggistica WhatsApp  (392 6758413) o ancora tramite la pagina Facebook – IL CAPOLUOGO D’ABRUZZO.

E.F.

X