IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio, Pierluigi Biondi, Luigi D'Eramo

Incidenti, aumentano i morti sulle strade aquilane

Incidenti stradali, a L'Aquila aumentano i morti: si passa dalle 15 vittime del 2016 alle 22 del 2017.Guida distratta e mancata precedenza le cause principali

Incidenti stradali mortali, nel 2017 brusca impennata in provincia dell’Aquila: si passa dalle 15 vittime del 2016 alle 22 del 2017.

Il dato è il più alto fra le province abruzzesi e accentua la tendenza nazionale per la quale, in Italia, è in aumento il numero di vittime – quasi del 3% – in incidenti stradali.

Sono i dati snocciolati dall’Istat in un Focus dedicato agli incidenti stradali, sulla base di una rilevazione di tutti gli incidenti stradali verificatisi sul territorio nazionale che hanno causato lesioni alle persone, con la collaborazione di Aci e forze di Polizia.

incidenti

Incidenti stradali, i dati in Abruzzo

I Programmi d’azione europei per la sicurezza stradale, per i decenni 2001-2010 e 2011-2020, impegnano i Paesi membri a conseguire il dimezzamento dei morti per incidente stradale con una particolare attenzione, nel decennio in corso, agli utenti vulnerabili.

Questo è avvenuto in Abruzzo: nel periodo 2001-2010, le vittime della strada si sono ridotte del 53,0%, più della media nazionale (-42,0%). Nell’ultimo anno, rispetto al 2016 sono diminuiti sia gli incidenti (-3,0%) che i feriti (-4,1%), in misura superiore ai dati nazionali.

Il rischio di fare incidenti stradali rimane alto lungo la costa e nei comuni capoluogo di provincia.

Maggiormente a rischio in Abruzzo la Strada Statale 153 della Valle del Tirino e la Strada Statale 650 Fondo Valle del Trigno. L’indice di mortalità cresce nel comune di L’Aquila – dove si passa dalle 15 vittime del 2016 alle 22 del 2017 – mentre diminuisce nei comuni di Chieti e Pescara.

A L’Aquila è in lieve calo il numero totale di incidenti, 626 nell’ultimo anno rispetto ai 691 dell’anno precedente, così come i feriti (967 contro 1111).

Incidenti, mancata precedenza e guida distratta le principali cause

Sono il mancato rispetto delle regole di precedenza, la velocità troppo elevata e la guida distratta le prime tre cause di incidente in Abruzzo. I tre gruppi costituiscono complessivamente il 39% dei casi. Considerando solo le strade extraurbane, la guida distratta incide da sola per quasi il 18%.
Fra le vittime, la maggior parte è di conducenti over 64. I pedoni rappresentano il 15,9% dei deceduti e il 7% dei feriti. L’81% dei pedoni rimasti vittima di incidente stradale appartiene alla classe di età 65+ mentre il 61,8% dei pedoni feriti ha più di 44 anni.

Incidenti, i costi sociali

I costi sociali degli incidenti stradali quantificano gli oneri economici che, a diverso titolo, gravano sulla società a seguito delle conseguenze di un incidente stradale. Nel 2017 il costo dell’incidentalità con danni alle persone è stimato in oltre 17 miliardi di euro per l’intero territorio nazionale (287,8 euro pro capite) e in quasi 322 milioni di euro (243,9 euro pro capite) in Abruzzo. La regione incide per l’1,8% sul totale nazionale

X