L'Aquila News IlCapoluogo - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Attualità e Sport

Casa dello studente, rimosso manifesto

Rimosso il manifesto commemorativo delle vittime della Casa dello studente dell’Aquila è stato rimosso. A denunciarlo è il Comitato dei familiari attraverso le parole della presidente Antonietta Centofanti.

Rimosso il manifesto commemorativo delle vittime della Casa dello studente dell’Aquila è stato rimosso.

A denunciarlo è il Comitato dei familiari attraverso le parole della presidente Antonietta Centofanti.

«Chi ha paura dei ragazzi assassinati (omicidio colposo plurimo) alla Casa dello Studente? Chi ha paura dei simboli che evocano i fatti e la necessità della memoria?» chiede Centofanti, come riportato da Rete8.

«Dobbiamo chiedercelo, con orrore e con dolore – dichiara la Centofanti – dal momento che, per l’ennesima volta, qualcuno ha fatto sparire i segni della memoria. Ora è toccato al manifesto che i familiari delle vittime avevano posto sulla recinzione dell’area che ospitava la Casa. Un manifesto che raccontava quanto accaduto quella terribile notte, che raccontava delle giovani vite spezzate, che invitava a non dimenticare”.

Il Comitato, insieme all’omonima associazione, aveva scelto una citazione di Josè Saramago, “Noi siamo la memoria che abbiamo e la responsabilità che ci assumiamo. Senza memoria non esistiamo e senza responsabilità forse non meritiamo di esistere”, per il manifesto.

«Avevamo scelto questa frase per il manifesto. È vero, chi cerca di cancellare simboli e memoria, per ottusità, cattiveria, egoismo non merita di esistere – continuala presidente del Comitato dei familiari delle vittime -. Su quella recinzione torneranno parole e simboli, con buona pace di chi ne ha paura e gli appelli alla sicurezza, per proteggere la nuove generazioni. E inviteremo la città a partecipare ad un evento proprio lì, davanti alla Casa dello studente, perché quei ragazzi perduti appartengono a tutti.»

X