IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio, Pierluigi Biondi, Luigi D'Eramo

Medicina di Steiner, apre centro a L’Aquila

Convegno a L'Aquila con il Dottor Andrea Basili, aprirà a Cagnano un centro di medicina alternativa sulle tracce degli studi di Rudolf Steiner

Medicina steineriana, un centro a L’Aquila

Fondata dallo studioso austriaco Rudolf Steiner nel 1912, l’antroposofia è una disciplina che afferma di poter indagare in maniera scientifica sia la realtà fisica che quella spirituale. La missione degli studiosi che perseguono questa disciplina è quella di migliorare la vita delle persone mediante pratiche di medicina alternativa volte a curare sia il corpo che l’anima.

Medicina Steineriana, l’intervista ad Andrea Basili

Alla nascita ed allo sviluppo della disciplina antroposofica è dedicato l’ultimo libro del dottor Andrea Basili, medico specialista in nefrologia che da anni sta lavorando all’ambizioso progetto di aprire un centro di medicina steineriana proprio all’Aquila. Venerdì pomeriggio, presso l’Auditorium Sericchi, su invito della dottoressa Maria Grazia Lopardi, presidente dell’associazione culturale Panta Rei, il dottor Basili ha presentato la pubblicazione dal titolo Antropologia Medica – forme e movimento nel corpo umano. IlCapoluogo ha incontrato Andrea Basili a margine dell’evento.

Dottor Basili cosa si intende con il misterioso termine “antroposofia”?

«Si tratta di un movimento di idee e di attività che oltre ad avere un fine pratico si prefigge di ottenere risultati concreti anche a livello spirituale. Al riguardo vi sono varie correnti di pensiero ma il denominatore comune è quello di aiutare le persone nella loro completezza.»

Cosa la lega alla nostra città?

«Quindici anni di intensa collaborazione con la dottoressa Lopardi, un lavoro continuo che finalmente inizia a dare i suoi frutti. A Colle di Barete ed a Cagnano sono state poste le basi per costituire centri di cura di impostazione steineriana in cui le cure mediche tradizionali potranno essere applicate insieme a quelle relative alla medicina alternativa. Purtroppo queste due tipologie di cure vengono viste come antitetiche e nei confronti della medicina alternativa vige, a livello accademico, una diffidenza immotivata. Per molto tempo infatti gli studi volti ad indagare la dimensione spirituale dell’essere umano hanno trovato posto tra le discipline tradizionali: occorre recuperare questa naturale complementarietà tra i due campi di studio.»

Cosa ci può dire sui centri di cure che saranno aperti all’Aquila?

«La Regione Abruzzo ha già autorizzato l’apertura di un poliambulatorio a Cagnano che dovrebbe aprire i battenti a ridosso della prossima primavera, stiamo inoltre lavorando affinchè anche a Barete venga aperta un’analoga struttura sanitaria. Il nuovo centro di Cagnano sarà un poliambulatorio medico specialistico in cui saranno messe in pratica terapie di stampo antroposofico ed omeopatico volte ad integrare le ordinarie terapie farmacologiche. Verranno messe in pratica terapie corporee ed artistiche in nome di quell’empatia che tanto è importante nel percorso verso la guarigione.»

Medicina alternativa, nessun contrasto con quella tradizionale

«La medicina tradizionale tiene conto dell’aspetto empatico attribuendogli tuttavia un’importanza secondaria, noi antroposofi siamo invece convinti che la cura del corpo e quella dell’anima vadano di pari passo. A questo proposito voglio che sia chiaro che la medicina alternativa non si oppone a quella tradizionale bensì intende integrarla in quanto ne condivide appieno il fine ultimo: il benessere delle persone.»

medicina steineriana

X