IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio, Pierluigi Biondi, Luigi D'Eramo

Pedaggi A24, la rivolta dei sindaci

Caro pedaggi, il Ministero ignora le istanze di sindaci e amministratori laziali e abruzzesi: fasce tricolori appese per protesta. In vista nuova manifestazione

Caro pedaggi A24 e A25, sindaci e amministratori di Lazio e Abruzzo in rivolta.

Nonostante avessero comunicato al Ministero dei Trasporti la loro presenza nella giornata di oggi per discutere della questione dei pedaggi sulle autostrade A24 e A25, i Sindaci e gli Amministratori di Lazio e Abruzzo non sono stati ricevuti.

Da qui la decisione: appendere le fasce tricolori in segno di protesta.

protesta sindaci autostrade
protesta sindaci autostrade

È stata una giornata convulsa quella di oggi per sindaci e amministratori di Lazio e Abruzzo impegnati nella lotta al caro pedaggi.

“Già lo scorso 30 Ottobre per la seconda volta era stata annullata la manifestazione organizzata per il giorno successivo presso il Ministero solo ed esclusivamente per rispetto delle Istituzioni ed in quell’ottica di collaborazione “sollecitata” dal Ministro Toninelli in una nota del 26 Ottobre” si legge nella nota unitaria dei primi cittadini.

“I Sindaci e gli Amministratori, in data 30 Ottobre, nel sollecitare un riscontro a tutte le istanze rimaste ancora inascoltate ed “urlate” a gran voce sin dal 03.01.2018, informavano il Ministro della loro presenza presso il Mit nella mattinata del 13 novembre (circostanza quest’ultima “ricordata” alla segreteria del Ministro nei giorni scorsi e fino alle 19,30 della giornata precedente).
Tutto ciò è talmente vero che questa mattina, quando i Sindaci sono giunti al Mit alle ore 10,00, i portavoce del Ministro hanno subito riferito che il Ministro li avrebbe ricevuti appena terminata una riunione in corso. Trascorse inutilmente due ore e dopo innumerevoli sollecitazioni (e “osservazioni” dei “feroci manifestanti” dal balcone del Ministero), veniva comunicato che il Ministro non avrebbe ricevuto nessuno!

“Questa è la verità: e adesso Toninelli ha il coraggio di dire che non era stabilito alcun incontro? Il rispetto delle Istituzioni deve essere reciproco” tuonano i sindaci.

“L’obiettivo è uno soltanto: tutelare gli interessi dei cittadini e dei territori laziali ed abruzzesi!
Per questo motivo il prossimo 20 Novembre i Sindaci e gli Amministratori si riuniranno nuovamente a Carsoli per programmare ed organizzare un’altra manifestazione di protesta per la quale si chiederà la collaborazione di tutte le associazioni e i cittadini che già hanno espresso disponibilità in tal senso”

X