IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio, Pierluigi Biondi, Luigi D'Eramo

Torna la Panetta dei Ciavola

Anche quest'anno a Coppito la famiglia di Giuseppe Ciavola, in collaborazione con la Pro Loco, rinnova il rito della distribuzione della Panetta il 2 novembre, in onore dei defunti

Anche quest’anno a Coppito il 2 novembre, la famiglia di Giuseppe Ciavola, in collaborazione con la Pro Loco di Coppito, rinnova il rito della distribuzione della Panetta.

La panetta, il pane in onore dei Defunti. La distribuzione avverrà in Piazza Rustici dalle ore 8 alle ore 12.

La celebrazione dei morti fu collocata alla data del 2 novembre nel X secolo, spostandola dal primo novembre, festa di Ognissanti, in cui era stata collocata nell’anno 853.

A Coppito la famiglia Ciavola, la famiglia più in vista della popolosa frazione, a partire dalla metà del’700, inaugura una tradizione: offrire in onore dei defunti la Panetta.

E’ questa una porzione di pane ricavata da un filone che, inciso prima della cottura, può essere facilmente spezzato. La consegna avveniva nella casa dei Ciavola, dopo l’uscita dalla messa mattutina. Il Pane veniva consegnato nelle mani dei compaesani che lo baciavano recitando a bassa voce: “ Sia benedetta l’Anima dei Morti”.

Questa liturgia della consegna del pane coniugava due riti antichissimi: il primo propiziatorio, che affidava alla protezione dei defunti la buona riuscita della semina e il secondo di dedica ai cari estinti.

Si tratta, quindi, di una tradizione antica e ricca di significato sociale e religioso.

Un tradizione che Coppito, grazie alla famiglia Ciavola, tiene in vita con grande amore insieme alla Pro Loco.

X