IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio, Pierluigi Biondi, Luigi D'Eramo

Palazzo comunale Avezzano, al via il restauro

Sono stati aggiudicati e inizieranno a breve i lavori di restauro e manutenzione straordinaria del palazzo comunale di Avezzano di Piazza della Repubblica: li eseguirà una ditta aquilana

Sono stati aggiudicati e inizieranno a breve i lavori di restauro e manutenzione straordinaria del palazzo comunale di Avezzano di Piazza della Repubblica.

L’intervento sarà eseguito dal raggruppamento temporaneo di imprese S.E.F.A. F.lli Carnicelli srl di Tornimparte – LaboratorioAQ srl dell’Aquila, che si è aggiudicato la gara con un ribasso del 24,781%.

Il Palazzo Comunale di Avezzano, progettato nel 1920 dall’ingegnere Sebastiano Bultrini ed ultimato nel 1928, è sottoposto a vincolo architettonico ai sensi della Legge 1089/39, giusto Decreto del Ministro dei Beni Architettonici e Culturali in data 19/06/1992.

L’intervento previsto comprende:

– in misura preponderante: la sistemazione del tetto, interessato da fenomeni di infiltrazione, mediante rimaneggiamento del manto di tegole, parziale rifacimento del tavolato di appoggio, realizzazione di sistema di ventilazione sottotegola e manto impermeabilizzante; con l’occasione sarà installato un sistema linea-vita per l’effettuazione in sicurezza di future manutenzioni, e contestualmente apposti dissuasori per volatili;

– il restauro di elementi artistici in facciata (fregi, cornicioni, marcapiani), interessati nel tempo da diffusi ammaloramenti e parziali distacchi, anche al fine di eliminare rischi per la pubblica incolumità.

L’importo complessivo stanziato per l’intervento di restauro del palazzo comunale ammonta a 200mila euro a valere su fondi “Masterplan per l’Abruzzo”, come da Delibera C.I.P.E. n° 26/2016, gestiti dalla Regione Abruzzo.

Il progetto è stato redatto dal funzionario comunale architetto Francesco Ruscitti e, per la quota parte inerente i restauri, dalla restauratrice Catia Cutigni, come da espressa prescrizione della Soprintendenza.

Sul Progetto Definitivo è stato già rilasciato il nulla-osta dalla competente Soprintendenza Archeologica, Belle Arti e Paesaggio per l’Abruzzo in data 27/03/2018, prot. 4579.

X