IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio, Pierluigi Biondi, Luigi D'Eramo

Petrocchi consacra L’Aquila a Madonna Fatima

Sabato13 ottobre il Cardinale Petrocchi, alle ore 21, consacrerà alla Vergine Maria a cui affiderà la Città e l’intero territorio diocesano aquilano. Successivamente la Statua della Madonna di Fatima sarà traslata presso la basilica di san Bernardino in attesa del solenne evento di consacrazione.

Il cardinale Petrocchi consacra L’Aquila alla Madonna di Fatima.

Nella Basilica di San Bernardino da Siena la solenne celebrazione conclusiva dell’Anno Mariano

Non più nella Cattedrale provvisoria di Collemaggio dedicata alla Vergine Maria per volontà di Papa Celestino V ma nella monumentale Basilica di San Bernardino da Siena, la città dell’Aquila e il comprensorio saranno consacrati alla Madonna di Fatima.

Sabato prossimo 13 ottobre, infatti, il Cardinale Giuseppe Petrocchi, alle ore 21, presiederà una solenne Messa concelebrata da tutti i sacerdoti aquilani al termine della quale reciterà la preghiera consacratoria alla Vergine Maria a cui affiderà la Città e l’intero territorio diocesano aquilano.

La solenne Messa si pone al termine dell’Anno Mariano in cui l’effigie della Madonna di Fatima ha visitato tutte le parrocchie della diocesi accolta, anche nelle parrocchie più piccole, da fedeli entusiasti e mossi da sincera devozione.

Proprio domani, infatti, la Peregrinatio Mariae, si concluderà nella Forania Amiternina con una messa solenne nella Chiesa parrocchiale di San Vittorino alle ore 18.

Successivamente la Statua della Madonna di Fatima sarà traslata presso la basilica di san Bernardino in attesa del solenne evento di consacrazione.

Il cardinale Petrocchi, il 28 agosto 2017, nell’annunciare l’indizione dell’Anno Mariano aveva detto dinanzi la Basilica celestiniana di Collemaggio: “L’umile Vergine di Nazareth ci sarà Compagna e Guida nel percorrere le vie della misericordia e della comunione. Lei, Modello di santità, Donna della Pasqua e Madre dell’unità ci aiuti ad essere Chiesa missionaria, che testimonia sempre e ovunque l’Amore di Dio, specie nelle “periferie esistenziali” della nostra società”.

X