IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

‘Nonno ascoltami’ arriva a L’Aquila

“Nonno Ascoltami!” arriva a L’Aquila: domenica 7 ottobre il capoluogo abruzzese protagonista della Campagna nazionale per la prevenzione contro i disturbi uditivi.

“Nonno Ascoltami!” arriva a L’Aquila: domenica 7 ottobre il capoluogo abruzzese protagonista della Campagna nazionale per la prevenzione contro i disturbi uditivi.

Al via in tutta Italia la nona edizione di “Nonno Ascoltami! – L’Ospedale in piazza”, la Campagna di controlli gratuiti dell’udito, che promuove su tutto il territorio nazionale una nuova cultura della prevenzione e della salute dei cittadini.

La città de L’Aquila protagonista dell’edizione 2018: appuntamento domenica 7 ottobre, in piazza Duomo, dove dalle 10 alle 19, sarà possibile effettuare screening gratuiti dell’udito.

La presentazione della tappa aquilana questa mattina, nella sede comunale di Palazzo Fibbioni, alla presenza dell’assessore alle Politiche sociali, Francesco Cristiano Bignotti e del presidente della onlus Nonno Ascoltami!, Valentina Faricelli.

«La città de L’Aquila ormai da anni si dimostra vicina a iniziative socio-sanitarie in favore dei cittadini – ha esordito Bignotti -. Per il centro storico cittadino inoltre, ospitare eventi di questa portata è un modo per ripopolare le piazze centrali della città, che tornano ad essere il fulcro della vita relazionale. Ottobre è il mese della prevenzione e della festa dei nonni: non a caso sosteniamo un’iniziativa come Nonno Ascoltami! che abbraccia entrambe queste tematiche. Mi auguro – conclude – una grande partecipazione da parte degli aquilani, soprattutto delle persone più anziane: per loro un’occasione irripetibile per fare prevenzione e controlli in maniera gratuita.»

In piazza Duomo ci sarà l’equipe medica dell’ospedale “Nuovo San Salvatore”, guidata dal dott. Gian-Piero Di Marco, direttore del presidio ospedaliero UOSD di Otorinolaringoiatria.

«L’Aquila accoglie l’evento Nonno Ascoltami! sempre con grande affetto e partecipazione – ribadisce la presidente Faricelli -. Per questo mi preme ringraziare innanzitutto i volontari della Croce Rossa, che allestiranno le tende in piazza, offrendo supporto logistico e assistenza sanitaria. A loro è affidata anche la parte dell’animazione per i più piccoli, i nipotini che accompagneranno i nonni, grazie al servizio di trucca-bimbi. Un grazie speciale all’associazione Ancescao (rappresentata in conferenza dal presidente Michelino Lucidi) che si occupa di promozione sociale nei centri per anziani e conta 4mila iscritti in Abruzzo. E domenica, sempre in piazza Duomo, ci sarà anche un altro grande evento di sanità, a cura del Rotary L’Aquila (presieduto da Rossella Iannarelli) e Rotary Gran Sasso, che metteranno a disposizione dei cittadini un team di polispecialisti per gli screening di prevenzione.»

All’incontro con i giornalisti è intervenuta anche Mariagrazia Toppi, presidente di Adac onlus (Associazione diabetici e amici per il cuore) e il partner tecnico che cura l’evento in città, Walter Valloreo, che festeggia oggi i suoi 36 anni di attività sulla piazza aquilana.

«Sentire bene aumenta la qualità di vita delle persone, è un’esigenza sociale prima che sanitaria, per questo siamo
orgogliosi di portare l’iniziativa Nonno Ascoltami! nella nostra piazza».

L’edizione 2018 ha un testimonial d’eccezione: l’attore Lino Banfi, già promotore al fianco della Onlus “Nonno Ascoltami! – Udito Italia” dello slogan #avete afferrèto? pensato proprio per incoraggiare i più giovani a non trascurare l’udito.

L’evento, patrocinato dalla Presidenza del Consiglio, dal Ministero della Salute e realizzato con il supporto dell’OMS, è partito lo scorso 23 settembre da Pescara, per poi snodarsi su 6 domeniche (fino al 28 ottobre, dalle 10 alle 19) coinvolgendo gli ospedali di 33 città, con medici specialisti e tecnici dell’udito che per un’intera giornata saranno in piazza a disposizione dei cittadini.

I NUMERI DELL’EDIZIONE 2018
• 16 regioni, 33 città
• 50 ospedali
• 150 medici
• 300 audioprotesisti e audiometristi
• 15mila controlli effettuati nel 2017
• 1.000 volontari
• 13 partner tecnici

«L’ipoacusia è molto più diffusa di quanto si possa pensare – afferma Lino Banfi, sottolineando che lui stesso ha dovuto fronteggiare questo disturbo, provocatogli da un trauma dovuto al rumore di armi da fuoco durante le riprese di un film -. La prevenzione oggi è l’arma più efficace per affrontare in maniera tempestiva i problemi uditivi. Quando ho scoperto la mia ipoacusia, mi sono accorto di quanto questo senso sia fondamentale per la nostra salute e le nostre relazioni. Così,
invito tutti a recarsi nelle piazze di “Nonno Ascoltami!” dove troverete ad accogliervi medici e personale specializzato».

Info:
www.nonnoascoltami.it – www.facebook.com/nonnoascoltami

X