IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

FSE AQ 1, il Gruppo Scout spegne 40 candeline

40 anni di vita per il Gruppo Scout FSE AQ 1: domenica 30 i festeggiamenti. Una storia fatta di divertimento, impegno e servizio col sorriso sulle labbra

Correva l’anno 1978: nasceva il Gruppo Scout FSE L’Aquila 1.

Da Giovanni Santucci, primo capo Gruppo, a quello attuale, Antonio Di Stefano, passando per Padre Candido, Enzo Pitone e Luciano Grante: di acqua sotto i ponti ne è passata moltissima.

La città è cambiata, un terremoto l’ha attraversata ed ha toccato, dal vivo, lo stesso gruppo, distruggendone la sede di San Marciano.

Una grande, immensa famiglia fatta di amici, compagni di avventure e di lavoro, che domani si riunirà in sede, davanti alla Parrocchia di San Francesco D’Assisi a Pettino, per celebrare questi 40 anni di vita.

“40 anni di noi” il titolo dell’evento al quale parteciperanno in moltissimi: in uniforme – o quel che resta, dopo i tanti anni, traslochi e alterne vicende. Immancabile, però, il fazzolettone giallo e blu al collo, segno distintivo dell’FSE L’Aquila 1.

Una storia intensa e appassionante, che si è arricchita anno dopo anno, a partire dalle vicende legate alle sedi.

Prima sede ufficiale l’ex convento di San Bernardo, zona via XX Settembre: dieci anni dopo il Gruppo poteva contare su centocinquanta scout fra coccinelle/lupetti, guide/esploratori, scolte/rover. Poi la necessità di lasciare quella sede e una peregrinatio che dura per qualche anno: ospiti di associazioni, le attività continuano pur sparpagliati per la città, con molte attività all’aperto.

scout fse aq 1

La svolta all’inizio degli anni ’90, quando gli scout dell’Aquila 1 trovano a San Marciano il posto del cuore, quello dove centinaia di ragazzi sono cresciuti, hanno giocato e fatto esperienze di vita – non solo scout.

scout fse aq 1
scout fse aq 1
scout fse aq 1

Rimesso a posto grazie al tempo e all’impegno dei più grandi, con i lavori andati avanti nelle pause delle attività scoutistiche, è stato il cuore pulsante del Gruppo fino al 6 aprile 2009: il terremoto l’ha piegata letteralmente a metà.

foto sede scout san marciano 2009
foto sede scout san marciano 2009
foto sede scout san marciano 2009

Parte della Chiesa di San Marciano è crollata nel giardino, dove si trovava la sede dei Lupetti. Il tetto della struttura è precipitato in quella degli Esploratori, calcinacci e pietre a non finire in quella delle Guide. Qualche incursione per recuperare i ricordi di una vita, i materiali, le fotografie, i guidoni.

Un disastro che, però, non ha impedito agli Scout dell’FSE AQ1 di rimboccarsi le maniche e ricominciare, da capo.

Le attività non si sono mai fermate: seppure tutti sparpagliati, si sono rincontrati spesso sulla costa, con i campi estivi effettuati in gemellaggio con i gruppi di Pescara, Montesilvano e altri. Non dimenticando mai il legame così stretto con la città: molti fra Rover e Scolte hanno prestato servizio nelle tendopoli disseminate sul suolo aquilano.

L’anno dopo, il trasferimento a Pettino: Don Dante, parroco di S. Francesco, li ha accolti a braccia aperte. Prima i container, poi le strutture di legno: frutto di donazione, sì, ma vuote. Ancora una volta, esperienze e talenti messi a disposizione della comunità, con il sorriso sulle labbra. Lo stesso sorriso che, domani, sarà il collante tra generazioni di scout.

scout fse aq 1

Le attività dell’anno 2018 – 2019 sono ricominciate, il sabato dalle 16:15 alle 18:15. L’anno scorso erano in 130, con tutte le branche attive e un cerchio molto numeroso e la possibilità di fare anche catechismo.

Quella di domani sarà una lunga e festosa giornata: un modo per ritrovarsi, giocare, stare insieme, ricordare tutto il bello che c’è stato e aspettare tutto quello che verrà.

Dalle 9:30 ritrovo in sede e alzabandiera. A seguire, la messa, l’inaugurazione della mostra fotografica, il pranzo da condividere tutti insieme. Dalle 15 attività scout per tutti, proiezione di video interviste fatte ai personaggi più conosciuti del mondo scout aquilano: da Giovanni Santucci a Luciano Grante, passando per Padre Marco. In chiusura, la cena.

X