IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio, Pierluigi Biondi, Luigi D'Eramo

Prevenzione antisismica, sopralluoghi gratuiti

"Diamoci una scossa": dal 22 ottobre al 30 novembre, sopralluoghi gratuiti e visite tecniche informative per valutare il rischio sismico degli edifici.

“Diamoci una scossa”: dal 22 ottobre al 30 novembre sopralluoghi gratuiti per la prevenzione antisismica.

Oltre 200 ingegneri e architetti della provincia dell’Aquila effettueranno, dal 22 ottobre al 30 novembre, sopralluoghi gratuiti e visite tecniche informative per valutare il rischio sismico degli edifici. L’iniziativa “Diamoci una scossa!”, presentata questa mattina, all’Aquila, nella sala consiliare di Villa Gioia, rientra nella I giornata nazionale della prevenzione sismica, in programma domenica 30 settembre ed è promossa da Inarcassa, Consiglio nazionale degli ingegneri, Consiglio nazionale degli architetti, Consiglio superiore dei lavori pubblici, Protezione civile, Crui e Reluis. “Una visita non costa nulla, ma può valere tanto”, lo slogan scelto per la campagna di sensibilizzazione dall’alto valore sociale, che vedrà la presenza in quattro piazze della provincia, in corso Vittorio Emanuele, all’Aquila, piazza Risorgimento ad Avezzano, piazza XX Settembre a Sulmona e piazza della Libertà a Carsoli, di punti informativi per illustrare i contenuti dell’evento.

«Architetti e ingegneri, esperti in materia, con la loro professionalità e competenza tecnica – ha spiegato il presidente dell’Ordine degli Ingegneri, Pierluigi De Amicis – saranno a disposizione dei cittadini per spiegare, in modo chiaro, il rischio sismico, le variabili che possono incidere sulla sicurezza di un edificio e le agevolazioni finanziarie, sismabonus ed ecobonus, oggi a disposizione per migliorare la sicurezza della propria abitazione». I sopralluoghi saranno completamente gratuiti. Per prenotare una visita tecnica sarà sufficiente accedere al sito www. giornataprevenzionesismica.it. «Il sistema telematico – ha chiarito De Amicis – metterà direttamente in collegamento il cittadino con il tecnico formato per fare questa attività, scegliendolo nel raggio chilometrico più vicino. Dopo la prima ispezione, verrà redatta una scheda tecnica, che dettaglierà le caratteristiche dell’edificio, dal punto di vista della vulnerabilità e sicurezza sismica».

«La campagna “Diamoci una scossa” – ha sottolineato il presidente dell’ordine degli architetti della provincia dell’Aquila, Edoardo Compagnone – punta a far comprendere quanto gli effetti di un evento imprevedibile come il terremoto possano essere mitigati adottando misure che migliorino la sicurezza degli edifici. I professionisti, in seguito al sopralluogo completamente gratuito, forniranno indicazioni sullo stato di salute della propria abitazione e sulle possibili soluzioni tecniche e finanziarie per migliorarlo».

La visita potrà essere richiesta dal 30 settembre al 20 novembre: dal 22 ottobre partiranno i controlli.

X