IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Zona pedonale alla Fontana Luminosa

Isola pedonale davanti alla Fontana Luminosa, sperimentazione di due mesi. La proposta di Roberto Junior Silveri.

Sperimentazione di due mesi di isola pedonale davanti alla Fontana Luminosa, la proposta del consigliere comunale Roberto Junior Silveri.

Una proposta che sicuramente farà discutere quella del consigliere comunale di Forza Italia, Roberto Junior Silveri, che questa mattina ha depositato presso l’ufficio di Presidenza del Consiglio Comunale una mozione riguardante un’idea di riqualificazione urbana per Piazza Battaglione Alpini.

«Anche se la ricostruzione procede a pieni ritmi, – scrive Silveri – non bisogna dimenticare l’idea di città, con un centro storico vivibile e pedonalizzato. La Fontana Luminosa, luogo identitario e scenografica terrazza sul Gran Sasso, che fa da porta al cuore della città, fino ad ora è stata utilizzata come uno sregolato piazzale di parcheggio. La mozione impegna l’assessore delegato alla Mobilità e Trasporti ad avviare un periodo di sperimentazione della durata di due mesi, in cui venga resa pedonale la parte di Piazza Battaglione Alpini prospiciente la Fontana Luminosa, naturale sbocco del corso Vittorio Emanuele II, ritrovo e punto di incontro di molti aquilani. Si vuole così invitare a riscoprire la dimensione urbana di “piazza” di uno spazio chiave, che collega il corso e il Parco del Castello con un naturale belvedere sul Gran Sasso, sottraendolo alla sua attuale svilente funzione di parcheggio. Se la mozione sarà approvata e l’esperimento avrà un positivo riscontro da parte dei cittadini  e dell’amministrazione, allora questo sarà il primo passo verso un ripensamento di quel fondamentale snodo tra la città vissuta a piedi e la circolazione stradale. In futuro bisognerà allora, possibilmente in una visione organica della città, valorizzare questa vocazione della piazza attraverso la pavimentazione, l’arredo e il rapporto con i futuri parcheggi di scambio. A costo zero, o meglio al costo di qualche parcheggio, si avrebbe nell’immediato un netto miglioramento della vivibilità, del decoro, della sicurezza, visto che si preserverebbe, nella fruizione e nella tutela dallo smog delle automobili, uno dei monumenti simbolo della città, e si sottrarrebbe all’immediato passaggio delle automobili uno dei principali “luoghi di ritrovo” del passeggio, guadagnando migliaia di metri quadrati di spazio pubblico».

X